28 Giugno 2011 | 08:34

Al via Tabloid, la nuova scommessa di Italia 1

I direttori Claudio Brachino (Videonews) e Giovanni Toti (Studio Aperto) presentano a Sorrisi il loro nuovo programma. Attualità, cronaca. costume e gossip raccontati da tre giornaliste: Monica Coggi, Silvia Carrra e Monica Gasparini...

 di

Al via Tabloid, la nuova scommessa di Italia 1

I direttori Claudio Brachino (Videonews) e Giovanni Toti (Studio Aperto) presentano a Sorrisi il loro nuovo programma. Attualità, cronaca. costume e gossip raccontati da tre giornaliste: Monica Coggi, Silvia Carrra e Monica Gasparini...

28 Giugno 2011 | 08:34 di

Da sinistra, Monica Coggi, Giovanni Toti, Silvia Carrera, Claudio Brachino e Monica Gasparini (foto Frezza - La Fata)

Mentre posano per questo servizio nello studio 4 di Cologno Monzese, e valutano quanto possano anticipare a noi di Sorrisi a proposito della prima puntata di «Tabloid» (in onda in prima serata da oggi), arriva la notizia che scompaginerà tutto: è finita la relazione tra George Clooney ed Elisabetta Canalis. «I nostri inviati sono già alle costole della Canalis» sogghigna il direttore di Studio Aperto Giovanni Toti, che con il direttore di Videonews Claudio Brachino presenta la novità di Italia 1 per l’estate 2011: «In prime time e in diretta un programma ispirato ai quotidiani popolari inglesi, che tratta cronaca, attualità, celebrity, costume, anche gossip, in modo snello, con un linguaggio diretto, e tutto fatto da giornalisti». Conduce Monica Gasparini, volto storico di Studio Aperto, con la collega di telegiornale Silvia Carrera e Monica Coggi di Videonews.

Tra i servizi in arrivo, oltre alla faccenda Clooney-Canalis, un approfondimento sul caso Parolisi, il caporalmaggiore dell’esercito indagato per l’omicidio della moglie Melania Rea. «Con un approccio, però, diverso da quello di programmi come “Quarto grado” (altra creatura di Videonews, ndr)» precisa Brachino. «Quello è un programma criminologico, in cui si analizzano i fatti per avvicinarsi alla soluzione del giallo. A “Tabloid” si esplora il contesto in cui certi fatti sono potuti accadere, quindi si parla, per esempio, di tradimento e di relazioni nell’ambiente militare».

Di scena anche il matrimonio di Alberto di Monaco, la simpatia tra il principe Harry e Pippa Middleton, sorella della cognata Kate (con il direttore di Sorrisi Alfonso Signorini tra gli ospiti in studio), inchieste sull’erotismo e su argomenti ancora segreti. E ancora, il caso del calcio-scommesse e quello di Lele Mora (in carcere per bancarotta fraudolenta), «perché la sua, sotto un certo profilo, è anche la storia degli ultimi 10 anni».

Gioie e dolori dei protagonisti della «dolce vita» del Duemila erano anche il piatto forte di «Lucignolo», il programma estivo di Italia 1 in onda fino al 2008. «“Tabloid” è un’altra cosa» distingue Brachino. «Là non c’era il conduttore ma solo la voce fuori campo, c’erano una forte vocazione alla trasgressività nei contenuti e un’attenzione estrema alla forma. Questo è un programma di attualità, con in video tre giornaliste, inviati presi dalle nostre redazioni, un taglio diverso. Per esempio, “Lucignolo” sarebbe andato a Formentera per un reportage su vip e tendenze dell’estate, “Tabloid” ci andrebbe per indagare su come i calciatori, che ci vanno in vacanza, vivono l’estate dello scandalo scommesse».

Tra ciò che vorrebbe mandare in onda, Brachino mette anche «i due del bacio di Vancouver (avvinghiati per strada mentre intorno infuriava la guerriglia e immortalati da una foto che ha fatto il giro del mondo, ndr), gli “indignados” spagnoli (protagonisti delle proteste di piazza delle ultime settimane, ndr), i ragazzi che quest’estate anziché andare al mare vanno a lavorare nei campi». Tra chi vorrebbe che guardasse il programma, invece, Toti mette «il pubblico classico di Italia 1. E se facessimo il 9-10% di share sarei contento».