14 Gennaio 2013 | 19:17

Aldo Vitali, l’editoriale del direttore: metti una sera a cena col bellissimo Gabriel

Ora so già che cosa succederà. Le mie amiche cominceranno a telefonarmi, a mandarmi messaggini ed email con spiritosaggini, battute e suppliche: dai, mettici una parola buona tu, fammi andare a cena con Gabriel Garko. Lo dico subito: niente raccomandazioni (mica siamo in politica), a cena con il bellissimo Gabriel (e la sera di San Valentino, poi!) andranno le lettrici di Sorrisi più «meritevoli»...

 di Aldo Vitali

Aldo Vitali, l’editoriale del direttore: metti una sera a cena col bellissimo Gabriel

Ora so già che cosa succederà. Le mie amiche cominceranno a telefonarmi, a mandarmi messaggini ed email con spiritosaggini, battute e suppliche: dai, mettici una parola buona tu, fammi andare a cena con Gabriel Garko. Lo dico subito: niente raccomandazioni (mica siamo in politica), a cena con il bellissimo Gabriel (e la sera di San Valentino, poi!) andranno le lettrici di Sorrisi più «meritevoli»...

Foto: Direttore di Tv Sorrisi e Canzoni

14 Gennaio 2013 | 19:17 di Aldo Vitali

Ora so già che cosa succederà. Le mie amiche cominceranno a telefonarmi, a mandarmi messaggini ed email con spiritosaggini, battute e suppliche: dai, mettici una parola buona tu, fammi andare a cena con Gabriel Garko. Lo dico subito: niente raccomandazioni (mica siamo in politica), a cena con il bellissimo Gabriel (e la sera di San Valentino, poi!) andranno le lettrici di Sorrisi più «meritevoli», quelle che avranno scritto il messaggio (non a me, a Sorrisi) che ci sembrerà il più simpatico, il più sentito, il più fantasioso, insomma, boh, così su due piedi non saprei nemmeno che consiglio dare per vincere questa serata speciale. Chi cenerà con lui scoprirà quello che noi già sappiamo: che Gabriel è un ragazzo simpatico, alla mano, affascinante come pochi ma per niente costruito.

Una star non star, che non posa e non si atteggia. E che ha accettato divertito la nostra proposta sorprendendoci anche un po’, perché sappiamo quanto sia schivo e quanto ami starsene da solo o coi suoi amici più cari, lontano dalle luci del varietà. Una cosa è sicura: per quanto sia un bravissimo attore, quella sera non reciterà alcuna parte. Sarà esattamente com’è. E qui sta il problema: corriamo seriamente il rischio di dover riaccompagnare a casa cinque lettrici cotte e stracotte. Se non sarete voi le fortunate, vi consoleremo con il racconto di questa serata speciale. Certo, viverla in prima persona sarà tutta un’altra cosa…

av@mondadori.it
@aldovitali