27 Gennaio 2015 | 11:16

Alessandro Cattelan torna con il suo show su Sky Uno

Per la seconda stagione tanti ospiti pronti a giocare con il conduttore di "X Factor"

 di Barbara Mosconi

Alessandro Cattelan torna con il suo show su Sky Uno

Per la seconda stagione tanti ospiti pronti a giocare con il conduttore di "X Factor"

Foto: il conduttore e la band degli Street Clerks

27 Gennaio 2015 | 11:16 di Barbara Mosconi

E poi chi c’è? «E poi c’è Cattelan» abbreviato per comodità in «EPCC: il talk show che prende il nome dal suo conduttore, Alessandro Cattelan. All’americana. Va in onda per la seconda stagione dal 29 gennaio su Sky Uno (alle 23.10).

Dodici puntate e dodici settimane, ormai è una lunga serie...
«Anche se questi programmi avrebbero bisogno della quotidianità e della durata annuale... Intanto le puntate raddoppiano rispetto all’anno scorso».

Consuntivo della prima stagione.
«L’anno scorso era partito come una scommessa, un po’ come piccolo contentino di Sky: “Hai fatto bene X Factor, ti facciamo fare quella cosa che vuoi fare tu”. È andato benissimo».

Preventivo della seconda stagione.
«Lo stesso della prima. È un programma che mi rappresenta, oltre al piacere, ho grinta e voglia: questo è quello che vorrei fare nella vita, per sempre».

Per il momento sei in radio tutti giorni.
«In radio sono in onda tutti i giorni da 13 anni, sono un lavoratore, mi sentirei spaesato se non avessi l’obbligo fisso e quotidiano di fare qualcosa».

David Letterman è andato avanti per 35 anni.
«Giustamente! Trentacinque anni mi sembrano un buon numero. Io mi accontenterei anche di trenta».

La cosa più folle che l’anno scorso hai fatto fare a un tuo ospite..
«La gara coi go-kart con i Negramaro nel parcheggio di Sky: avevano tutti paura che rigassero le macchine. Ma anche Francesco Renga vestito da indiano che chiede l’elemosina in piazza Duomo a Milano non è stato male».

Cosa dobbiamo attenderci quest’anno?
«La struttura è la stessa, ospiti che ci raccontano cose nuove e fanno cose diverse dagli altri programmi, si prestano a giocare. Anch'io mi metto in gioco con loro».

Chi viene quest’anno a ridere?
«Luca Argentero, Fedez, i Subsonica, Cesare Cremonini, Maccio Capatonda...».

L’ospite dei sogni?
«Dico sempre Paul McCartney. Mi piacerebbe Carmen Consoli... Ma conta non tanto la fama di chi viene, ma che l’ospite accetti di mettersi in gioco».

Finora l’emozione più grande è stata incontrare l’ex capitano dell’Inter Xavier Zanetti?
«In realtà più o meno li conosco già tutti e quindi non c’è l’emozione del primo incontro. Ma aver potuto cantare una canzone d’amore a Zanetti o far due tiri con lui è stato divertente».

I casting per "X Factor 9" quando cominceranno?
«Come al solito a maggio. Ma quello è più un lavoro di squadra».

Sulla giuria della prossima edizione c’è molta confusione, sul conduttore non ci sono dubbi.
«Con Sky ci siamo trovati reciprocamente bene».

Con il vincitore di "X Factor" Lorenzo Fragola vi siete più sentiti?
«Certo, ci sentiamo, ci siamo visti a cena, stiamo organizzando delle partite di calcetto. No, non parliamo del Festival di Sanremo, la cosa migliore è parlare di tutt’altro, credo sia già abbastanza pieno di ansia. Parliamo di calcio».