13 Settembre 2010 | 00:18

Antonella Clerici torna alla Prova del Cuoco: «Mi riprendo ciò che è mio»

«Questo è un programma che ho inventato io» dice la conduttrice, che torna dietro i fornelli da oggi a mezzogiorno. «Non era giusto perderlo soltanto perché sono diventata mamma. Elisa Isoardi è bravissima e le auguro tanta fortuna. Quanto al mio compenso non capisco le polemiche: con tutti i soldi che faccio guadagnare alla Rai»...

 di

Antonella Clerici torna alla Prova del Cuoco: «Mi riprendo ciò che è mio»

«Questo è un programma che ho inventato io» dice la conduttrice, che torna dietro i fornelli da oggi a mezzogiorno. «Non era giusto perderlo soltanto perché sono diventata mamma. Elisa Isoardi è bravissima e le auguro tanta fortuna. Quanto al mio compenso non capisco le polemiche: con tutti i soldi che faccio guadagnare alla Rai»...

13 Settembre 2010 | 00:18 di

Antonella Clerici (foto Iwan Palombi)

di STEFANIA ZIZZARI

Era il 13 dicembre 2008: dallo studio de «La prova del cuoco», Antonella Clerici, pancione e lacrime agli occhi, salutava commossa il suo pubblico. «In quelle lacrime c’era la sensazione che non sarebbe stato un arrivederci, ma un addio» ricorda la conduttrice. «Sentivo che per far nascere mia figlia nella realtà, avrei dovuto abbandonare quella mia creatura televisiva». Oggi, un anno, nove mesi e tante polemiche dopo, Antonella torna padrona di casa tra quei fornelli. E a ottobre festeggia i dieci anni del fortunato programma del mezzogiorno di Raiuno. Antonella, che sapore ha questo ritorno?
«Non è una rivincita. È tornare a casa, rientrare nella mia pelle».

Era importante rientrare per il programma in sé o per come le era stato tolto?
«È una trasmissione che ho inventato io, che mi sono cucita addosso e mi ha accompagnato per 10 anni. Se sono riuscita nella carriera, lo devo a questo programma. Non lo condurrò per sempre, è chiaro, ma era importante tornare, per chiudere un cerchio. E per ribadire il diritto delle mamme lavoratrici a non essere penalizzate al rientro dalla maternità».
Si sta preparando emotivamente al momento in cui il 13 settembre entrerà di nuovo in quello studio?
«No. Partirà la sigla, entrerò in studio e lascerò parlare il cuore. Sarà un momento di commozione. Già a parlarne mi vengono gli occhi lucidi».
Le novità?
«Tra le altre, lo spazio “Casa Clerici”, nel quale darò consigli e ricette facili e veloci per le mamme che lavorano. Poi una utilissima rubrica, tenuta da un’esperta, sulle pappe per i bambini, con tante idee originali. E ancora, nella gara culinaria ci sono tre nuovi chef di origini straniere. Dobbiamo abituarci alle generazioni di italiani con i caratteri somatici diversi dai nostri, che parlano con accento toscano piuttosto che siciliano. Anzi, fidanzatevi con persone di altre razze, perché nascono bambini bellissimi. Io mi sento una pioniera in questo!».
Un pensiero per Elisa Isoardi?
«L’augurio che “La prova del cuoco” le porti la stessa fortuna che ha portato a me. Non ce l’ho mai avuta con lei, tra l’altro se l’è cavata benissimo».
Il 10 settembre dall’Auditorium di Napoli parte la 4ª edizione di «Ti lascio una canzone», che si sposterà poi al sabato sera.
«I bambini sono non solo bravi ma anche dei piccoli personaggi. E poi ci sarà il comico Frank Matano, che io ho fortemente voluto perché sono convinta che sarà il nuovo Fiorello. Il nostro è un programma  con un marchio di originalità che la gente riconoscerà».
«Ti lascio una canzone» e «Io canto» andranno in onda lo stesso periodo. Che cosa ne pensa?
«È sbagliato per il pubblico, che si ritrova due trasmissioni fotocopia. Pensi che io avevo scelto di andare in onda in autunno per lasciare il posto a “Io canto” in primavera: una specie di pax televisiva. Fra l’altro il pubblico ha dimostrato di apprezzare il genere e ognuno avrebbe avuto i suoi spazi. Invece poi loro si sono accodati».
Ci sono state polemiche sul suo contratto d’oro.
«Sul lavoro do tutta me stessa, sono una di cuore e la gente lo sa. E parlare di soldi lo trovo svilente e ingiusto. Io sono nata e cresciuta in questa azienda, sono qui da 25 anni, non ho mai fatto storie sui compensi. Al mio posto tutti avrebbero detto: finalmente è arrivato il mio momento, alziamo un po’ la posta. Mi hanno risposto di no, ho preso il compenso che avevo tre anni fa. Allora perché queste polemiche? La Rai sa chi sono, conosce l’umiltà con cui lavoro e sa quanti soldi le faccio guadagnare».
Non pensa a chi guadagna mille euro al mese?
«Certo che ci penso! Sono una che viene dalla gavetta. A 26 anni seguivo lo sport e guadagnavo 500 mila lire al mese. Sono arrivata a fare le prime serate a 37 anni, mi sono fatta un mazzo così nella mia vita e non accetto quelle critiche. È demagogia. E poi, perché se un uomo guadagna tanto è normale e se una donna guadagna cifre di mercato la mettono alla gogna? Pensiamo piuttosto alle proposte concrete: un asilo nido in Rai dove le mamme dipendenti possano lasciare i loro bimbi senza dover pagare una baby sitter. Altro che polemiche…».

LE ALTRE NEWS DI LUNEDÌ 13 SETTEMBRE

Lady Gaga trionfa gli Mtv Video Music Awards e annuncia il titolo del nuovo album

È morta Claudia Vinciguerra

Robbie Williams e Gary Barlow insieme dal vivo dopo 15 anni

Auditel di domenica 12 settembre: Distretto di Polizia 10 batte Miss Italia

Gli ospiti di oggi in tv: Sofia Loren a Miss Italia, i fratelli Tognazzi da Costanzo, Mads Langer in piazza a Milano per Mtv

Box Office: Shrek resta al primo posto, Resident Evil supera Clooney e i Numeri Primi

I Numeri Uno della settimana dal 6 al 12 settembre