06 Gennaio 2011 | 14:52

Barbara D’Urso, sono pronta per una nuova missione impossibile

Sarà che a Milano si sta bene. Sarà che non le bastava «Pomeriggio Cinque» dal lunedì al venerdì. E che a «Domenica Cinque», come si fa con i figli, aveva già dato le forze per camminare da solo (o meglio con Federica Panicucci che le subentra dal 16 gennaio). Insomma, Barbara D’Urso ha deciso di […]

 di

Barbara D’Urso, sono pronta per una nuova missione impossibile

Sarà che a Milano si sta bene. Sarà che non le bastava «Pomeriggio Cinque» dal lunedì al venerdì. E che a «Domenica Cinque», come si fa con i figli, aveva già dato le forze per camminare da solo (o meglio con Federica Panicucci che le subentra dal 16 gennaio). Insomma, Barbara D’Urso ha deciso di […]

06 Gennaio 2011 | 14:52 di

Barbara D'Urso (foto Iwan Palombi)

Sarà che a Milano si sta bene. Sarà che non le bastava «Pomeriggio Cinque» dal lunedì al venerdì. E che a «Domenica Cinque», come si fa con i figli, aveva già dato le forze per camminare da solo (o meglio con Federica Panicucci che le subentra dal 16 gennaio). Insomma, Barbara D’Urso ha deciso di timbrare il cartellino negli studi Mediaset di Cologno Monzese anche la domenica dopo cena: oggi alle 21.30 dà il via su Canale 5 a «Stasera che sera!».
Come sarà il nuovo show?
«Ci saranno varietà e spettacolo. Ma anche apertura alla cronaca. Musica, ballo, intrattenimento, informazione e approfondimento. Avrò sia interviste-show con ospiti speciali sia storie di gente comune. A “Domenica Cinque” ho dato un’impronta, ho portato il pomeriggio di Canale 5 ad ascolti mai visti, a cinque milioni di telespettatori. Ora lascio tanto cuore a chi viene dopo di me e… cerco di raggranellare qualche spettatore in più la sera. E visto che sarò fuori dalla fascia protetta, mi permetterò di trattare anche argomenti più forti».
In fascia protetta ha ospitato a «Domenica Cinque» Aldo Busi che, scherzando, l’ha definita «maialina dentro» e ha elogiato il suo «stacco di coscia», mentre seriamente ha parlato delle sevizie subite da piccolo. Saprebbe gestirlo fuori dalla fascia protetta?
«Con Busi ho una grande armonia, direi una affinità elettiva, basata sulla profondità d’animo, sull’intrigo mentale. Ho sempre pensato di riaverlo con me. Potrei imparare molto da lui».
E certe sue intemperanze?
«E’ un uomo intelligente e profondo, sa perfettamente quando può, quando deve o non deve avere certi atteggiamenti».
Per «Domenica Cinque» aveva lanciato la ricerca di un valletto.
«Qui non ci sarà. Porto con me la soubrette Nora Mogalle con un corpo di ballo e una band molto ampi, e la mia piccola squadra di lavoro. Per Mediaset io sono quella da “minima spesa, massima resa”. E quella che accetta le missioni impossibili: tipo questa».
Impossibile perché?
«La domenica sera andiamo contro le fiction di Raiuno, roba da 25-27% di share, poi ci sono le partite, Fazio e Littizzetto su Raitre: è garantito che mi bastoneranno, se faccio il 16% di share è un successo».
Lei mostra di apprezzare le donne forti («Più forti di prima» è anche il titolo del suo libro uscito a novembre). Se dovesse averne una accanto come co-conduttrice?
«Lo farei volentieri con Maria De Filippi, abbiamo due stili totalmente diversi eppure siamo complici, abbiamo già lavorato insieme, io in video e lei dietro le quinte (al reality «Uno, due, tre, stalla» nel 2007, ndr)».
Maria è una sfinge, mentre lei è la regina delle «faccette contrite».
«Quindi andrebbe benissimo. Un’altra carina è Caterina Balivo: dice che è una mia fan, è napoletana come me e mi imita molto bene».
Nel nuovo show la vedremo fare qualcosa di totalmente nuovo?
«Sicuramente userò la pre-sigla per fare… la cretina! Magari farò qualche imitazione».
Lei è brava a fare imitazioni?
«No. Appunto per questo».