Home TvBeautiful, finalmente in onda le puntate della soap americana girate tra Bari e Brindisi

13 Aprile 2013 | 14:10

Beautiful, finalmente in onda le puntate della soap americana girate tra Bari e Brindisi

Finalmente, dopo quasi un anno (ma in America gli spettatori hanno visto tutto lo scorso giugno), dal 15 aprile arrivano su Canale 5 le puntate «italiane»: i personaggi di Hope e Liam impiegheranno 10 episodi per coronare il loro sogno in Puglia.

 di

Beautiful, finalmente in onda le puntate della soap americana girate tra Bari e Brindisi

Finalmente, dopo quasi un anno (ma in America gli spettatori hanno visto tutto lo scorso giugno), dal 15 aprile arrivano su Canale 5 le puntate «italiane»: i personaggi di Hope e Liam impiegheranno 10 episodi per coronare il loro sogno in Puglia.

13 Aprile 2013 | 14:10 di Redazione

Che l’Italia sia tra le mete predilette dagli stranieri per un matrimonio da sogno è risaputo. Lo stesso discorso vale anche per «Beautiful», la soap americana che fa sognare 35 milioni di spettatori in 100 Paesi del mondo e che, per uno dei suoi ricorrenti, effimeri, commoventi, intricatissimi matrimoni, ha scelto proprio il Belpaese. Delle riprese Sorrisi aveva dato conto un anno fa, pubblicando le prime foto dal set. Scartata la Costiera Amalfitana, i promessi sposi di «Beautiful» a maggio del 2012 erano atterrati nel tacco dello stivale, in quel tratto disseminato di ulivi e trulli che va da Bari a Brindisi.

Finalmente, dopo quasi un anno (ma in America gli spettatori hanno visto tutto lo scorso giugno), dal 15 aprile arrivano su Canale 5 le puntate «italiane»: i personaggi di Hope e Liam impiegheranno 10 episodi per coronare il loro sogno in Puglia. Con tanto di parenti al seguito tra cui, ovviamente, i sabotatori delle nozze: il padre (ritrovato) di lui, la sorellastra di lei (nonché ex moglie dello sposo), il padre naturale della sposa (uscito di prigione per l’occasione). Tra un colpo di scena e l’altro, il matrimonio si farà. Quanto durerà, questa è un’altra storia…

Un buon affare
«Nell’immaginario americano l’Italia del Sud è spesso un’entità generica» ammette Antonella Gaeta, presidente dell’Apulia Film Commission che per «Beautiful» ha stanziato un contributo di 60 mila euro, calcolando una ricaduta sul territorio di 250 mila (i soldi spesi dalla produzione americana in hotel, ristoranti, manodopera, addetti italiani). Qualcuno ricorda che anni fa, sempre in Puglia, girarono un film indiano: in Asia fu visto da 400 milioni di spettatori. Fu subito approntato un pacchetto turistico per visitare l’Italia con lo slogan: «Puglia is beautiful». Premonitore…

Una masseria per Ridge
Le 47 camere della Masseria San Domenico, 5 stelle con centro benessere, sono state requisite dagli attori (con relativi fidanzati e coniugi) e dalla produzione (compreso il super boss, Bradley Bell in persona) per il soggiorno e per girare alcune delle scene che vedremo in tv, tra cui le romanticherie di Brooke e Ridge. Prezzi per una stanza: da 190 euro per una «standard» in bassa stagione a 2.300 per una suite in alta.

Una vera passione
È la quarta volta che il set di «Beautiful» trasloca in Italia: i precedenti sono nel ’97 sul Lago di Como, nel ’99 a Venezia e nel 2002 a Portofino e Camogli. In nessun’altra nazione il cast della soap ha compiuto più di una «trasferta». Gli altri Paesi visitati nei 26 anni di messa in onda sono le Isole Vergini (nel 1992), l’Olanda (nel 1994), le Barbados (nel 1996), l’Australia (nel 1997) e il Messico (nel 2012).

Sbarco in massa
Dagli Usa, oltre agli attori con rispettivi accompagnatori, sono arrivati regista, aiuto regista, direttore della fotografia, costumista e traduttore. Il resto del cast tecnico (circa 50 persone) è stato fornito dalla Dinamo film, casa di produzione pugliese.

Quattrocento invitati
Per la scena della festa del matrimonio a Polignano serviva l’inquadratura di una folla. «Abbiamo fatto l’annuncio del casting solo il pomeriggio del giorno prima» racconta Ivan D’Ambrosio della Dinamo film. «In poche ore si sono presentate 400 persone: è il termometro di quanto “Beautiful” solleciti la passione del pubblico». I fan della soap hanno partecipato a titolo gratuito.

Celebra Luca Calvani
L’attore toscano Luca Calvani è il prete che celebra le nozze. È stato scelto perché parla bene inglese e in passato ha lavorato in alcune produzioni americane (come «Sex and the City»). Nel copione si simula che il suo padre Fontana abbia conosciuto Brooke e Ridge durante il viaggio della coppia a Venezia. «È una di quelle cose che da ragazzo ho sempre sognato» racconta Calvani, cresciuto come tanti a pane e «Beautiful». «Quando, prima di andare sul set, facevo colazione con gli attori, non li chiamavo Ronn e Kelly, ma Ridge e Brooke». Il personaggio di padre Fontana è piaciuto così tanto al pubblico Usa che l’attore italiano è stato richiamato dalla produzione e lo scorso gennaio si è catapultato sul set a Los Angeles: due settimane di riprese per altre sei puntate in cui si vedrà il prete italiano partecipare a una riunione di famiglia, chiamato dalla solita Brooke. «Già che ero negli studi della soap sono andato a vedere l’ufficio di Eric Forrester: per la gioia mi sarei sdraiato sulla sua scrivania!».