09 Settembre 2011 | 23:03

Benedetta Parodi, dalla cucina di casa agli studi di La7

Cavallo che vince, si cambia. È così che la pensa Benedetta Parodi, la regina della cucina gustosa e veloce, per il suo ritorno. «Cambia la rete: dal 19 settembre alle 12 e 25 sono su La7. Cambia il titolo: non più “Cotto e mangiato”, ma “I menù di Benedetta”. Cambia la durata: da una manciata di minuti a un’ora intera, dal lunedì al venerdì. E cambia anche la location: non più la cucina di casa mia, ma un grande studio»...

 di

Benedetta Parodi, dalla cucina di casa agli studi di La7

Cavallo che vince, si cambia. È così che la pensa Benedetta Parodi, la regina della cucina gustosa e veloce, per il suo ritorno. «Cambia la rete: dal 19 settembre alle 12 e 25 sono su La7. Cambia il titolo: non più “Cotto e mangiato”, ma “I menù di Benedetta”. Cambia la durata: da una manciata di minuti a un’ora intera, dal lunedì al venerdì. E cambia anche la location: non più la cucina di casa mia, ma un grande studio»...

09 Settembre 2011 | 23:03 di

Benedetta Parodi nello studio del suo nuovo programma per La7 «I Menù di Benedetta». Foto Frezza La Fata

Cavallo che vince, si cambia. È così che la pensa Benedetta Parodi, la regina della cucina gustosa e veloce, per il suo ritorno. «Cambia la rete: dal 19 settembre alle 12 e 25 sono su La7. Cambia il titolo: non più “Cotto e mangiato”, ma “I menù di Benedetta”. Cambia la durata: da una manciata di minuti a un’ora intera, dal lunedì al venerdì. E cambia anche la location: non più la cucina di casa mia, ma un grande studio».

Cosa si aspetta da questo salto? «Sarei felice se il mio pubblico mi seguisse» dice la giornalista incrociando le dita mentre ci mostra in anteprima la sua «nuova» cucina. «È uguale a quella che ho rifatto a casa mia, l’ha disegnata lo stesso architetto, Davide Paolini. Non c’è differenza tra lavoro e vita privata». Tanto che anche in studio ci sono ovunque foto di famiglia e disegni dei bambini. «Li hanno fatti questa estate i miei tre figli. Hanno voluto che portassi in trasmissione i più belli».

Dal piatto singolo, veloce e sfizioso, siamo passati ai menù. «Una naturale evoluzione, ma l’impronta rimane la stessa: velocità, semplicità e gusto. Ogni giorno proporrò quattro piatti, sviluppando un tema. Nella prima puntata, sulla scia delle vacanze, potrebbe essere il profumo di mare, quindi quattro piatti a base di pesce. Con me ci sarà un ospite, non necessariamente un personaggio famoso, anzi. Ho in mente di chiamare a raccolta le mie amiche. Ce n’è una, Francesca, che fa un’ottima torta al cioccolato. Non mi ha mai dato la ricetta perché lei la fa “a occhio”. Quando verrà, la preparerà per noi e io porterò una bilancia, così avremo le dosi esatte».

Come userà la sala da pranzo? «Darò consigli su come preparare la tavola. Senza stare a comprare costose orchidee del Madagascar, ma usando la frutta o facendo lavoretti di bricolage. E poi ci sarà anche uno spazio dedicato ai bambini, con ricette di piatti da preparare con loro o per le loro merende». E per chi volesse la raccolta di 60 menu di Benedetta, ai primi di ottobre la troverà in libreria, pubblicata da Rizzoli.