24 Novembre 2010 | 07:30

Claudio Bisio e Paola Cortellesi: «Da Zelig al Festival»

L'inedita coppia condurrà il programma comico di Canale 5 da gennaio. «Ma pensiamo a Sanremo: abbiamo un brano perfetto».

 di

Claudio Bisio e Paola Cortellesi: «Da Zelig al Festival»

L'inedita coppia condurrà il programma comico di Canale 5 da gennaio. «Ma pensiamo a Sanremo: abbiamo un brano perfetto».

Foto: Milano, Claudio Bisio e Paola Cortellesi al teatro degli Arcimboldi per il prossimo Zelig 2010-08-11 © Massimo Sestini

24 Novembre 2010 | 07:30 di

Claudia Cortellesi e Paolo Bisio
Paola Cortellesi e Claudio Bisio

Tutto è iniziato nel 1997. «Zelig» allora si chiamava «Facciamo cabaret» ed era un piccolo, avventuroso programma di Italia 1. Al fianco di Claudio Bisio c’era Antonella Elia. Poi, dopo una parentesi con Simona Ventura, sono arrivate Michelle Hunziker e, negli ultimi sette anni, Vanessa Incontrada. Nel frattempo lo show è diventato una corazzata di Canale 5 e garantisce in ogni stagione ascolti record (oltre a una raffica di tormentoni comici che entrano istantaneamente nel modo di parlare degli italiani). Il prossimo anno, però, scatterà una rivoluzione: al posto di una bella showgirl (apparentemente) svampita arriverà un’attrice comica talentosa ed eclettica: Paola Cortellesi. Le foto di queste pagine sono una primizia: lei e Bisio hanno iniziato a lavorare insieme in questi giorni e il «progetto Zelig», che partirà all’inizio del 2011, è ancora tutto per aria. Inutile chieder loro che cosa vedremo in onda: al momento non ne hanno idea. «Ma qui a “Zelig” corteggiavamo Paola da dieci anni» rivela Bisio. «Volevamo arruolarla come comica».

E lei ha sempre detto no.
Paola: «Non certo per presunzione. Il fatto è che non sono una monologhista, non ero adatta al ruolo».

In passato ha anche dichiarato di non essere adatta alla conduzione, all’improvvisazione e al ballo. E ora vuole co-condurre Zelig?
Paola: «Beh, ma quella di Zelig non è una conduzione pura».
Claudio: «E neppure l’improvvisazione è pura. C’è molto lavoro dietro quel che va in scena».

Poi c’è la faccenda del ballo. È proprio così negata? Sa che a Zelig, in passato, Bisio e la Incontrada hanno ballato pure il tip tap?
«Beh, su quello sono pronta» (Paola si alza e improvvisa dei passi, anche se i suoi anfibi non sono il massimo per il tip tap, ndr).

Aldo Grasso, il critico del Corriere della Sera, ha qualche dubbio su di voi. Cito testualmente: «La grande personalità della Cortellesi può essere un’arma a doppio taglio per Zelig. Il capocomico dello show è da sempre Bisio, ma la Cortellesi non è una semplice spalla».
Paola: «A me pare che sia un complimento».

Sono circolati tanti nomi per la successione di Vanessa Incontrada. Anche quello di Belen…
Claudio: «Erano solo chiacchiere. Sarebbe stato troppo facile prendere un’altra ragazza bella (ride ndr). Con Paola ci siamo smarcati ed eviteremo ogni paragone con il passato. Dovremo trovare una chiave diversa: il gioco del vecchio capocomico che insegna il mestiere a una showgirl sprovveduta adesso non avrebbe più senso».

Potrebbe nascere una nuova, grande coppia comica.
Claudio: «Non soltanto. Pensiamo anche al Festival di Sanremo, abbiamo un pezzo molto forte. Approfitto di Sorrisi per avanzare ufficialmente la nostra candidatura».

Che cosa avete amato di più nella carriera dell’altro?
Claudio: «La parodia di Asia Argento era fantastica. E quando ho visto lo spettacolo teatrale di Paola “Gli ultimi saranno ultimi” devo dire che ho trattenuto a stento le lacrime per la commozione».
Paola: «Mentre io stavo muovendo i primi passi, Claudio era già un artista affermato. E mi ha sempre conquistato la sua capacità di stupire e di non fermarsi mai: comicità, teatro, musica, cinema. Mi ha emozionato nel film “Si può fare” e mi ha fatto ridere interpretando il tronista Claudiano a Zelig, per citare una cosa recente. Mi offro fin d’ora di duettare con lui: sul palco di Zelig potrei trasformarmi in Paolana».

A pensarci bene è strano che due tipi come voi abbiano lavorato così poco insieme.
Claudio: «È che facciamo poca televisione».
Paola: «Soltanto lo stretto indispensabile. E in vita mia non ho mai pensato agli ascolti. Ma adesso che vado in onda in prima serata su Canale 5 devo iniziare a preoccuparmi?».
Claudio: «No, no, stai pure tranquilla. Certo, la Hunziker e la Incontrada hanno sempre fatto il botto, vedi un po’ tu. Nella migliore delle ipotesi fai pari…» (ride).