21 Febbraio 2013 | 09:29

Che Dio ci aiuti 2, Elena Sofia Ricci è di nuovo suor Angela: «Meno giallo, più sentimenti»

Elena Sofia Ricci scalda preghiere e breviari per il ritorno in video di suor Angela, la religiosa ex galeotta protagonista di «Che Dio ci aiuti 2»: 16 episodi (due a sera) in onda dal 21/2 su Rai1 per otto settimane...

 di

Che Dio ci aiuti 2, Elena Sofia Ricci è di nuovo suor Angela: «Meno giallo, più sentimenti»

Elena Sofia Ricci scalda preghiere e breviari per il ritorno in video di suor Angela, la religiosa ex galeotta protagonista di «Che Dio ci aiuti 2»: 16 episodi (due a sera) in onda dal 21/2 su Rai1 per otto settimane...

Foto: Che Dio ci aiuti 2

21 Febbraio 2013 | 09:29 di

Elena Sofia Ricci scalda preghiere e breviari per il ritorno in video di suor Angela, la religiosa ex galeotta protagonista di «Che Dio ci aiuti 2»: 16 episodi (due a sera) in onda da stasera su Rai1 per otto settimane.

«C’è poco da fare, questa suora è una bomba atomica. Un meccanismo a orologeria ben congegnato. Migliora col tempo» racconta la Ricci. «È un personaggio che crea empatia e che ha un grande pubblico femminile. Dopo aver verificato, negli ultimi due episodi della prima stagione, che gli spettatori gradivano vederla alle prese con casi legati alle problematiche sociali, quest’anno abbiamo sterzato decisamente in quella direzione. Il filone giallo-poliziesco sparisce e lascia spazio ai sentimenti e a storie intense. Ma senza rinunciare a un tocco di commedia, anche perché io, suor Angela, senza un po’ di commedia non la so fare».

La religiosa stavolta incontra Guido (Lino Guanciale), avvocato in crisi, tutore del suo nuovo convitto. Lei pensa che nell’animo di ognuno alberghi qualcosa di buono; lui non può fare a meno di credere il contrario. Lei si fida delle sensazioni; lui si attiene strettamente ai fatti. Ma insieme funzionano. Angela ha l’intuito umano che manca all’uomo di Legge. E insieme lavorano ai casi più difficili.

Nel cast restano due ragazze della prima stagione: Azzurra (Francesca Chillemi), diseredata dal padre, che sogna di sposare un milionario, e Margherita (Miriam Dalmazio), studentessa di medicina in sospeso tra pazienti e amori. Un modo per scoprire che un cuore scheggiato a volte è più difficile da curare di una malattia.

«Lasciando cadere il filone poliziesco, abbiamo dovuto rinunciare a due ottimi attori come Massimo Poggio e Serena Rossi» prosegue Elena Sofia Ricci «per acquistarne altri formidabili: da Rosa Diletta Rossi, che interpreta una ragazza di buona famiglia con dei problemi, a Laura Glavan, ben diversa dal peperino capriccioso ed espansivo che vuol far credere di essere. Poi c’è Cesare Kristian Favoino, un bambino di otto anni che farà impazzire il pubblico e che sul set ci ha lasciato a bocca aperta. Buffissimo, recita meglio di tutti noi. Eravamo quasi in imbarazzo».

E non è tutto. «Infine Lino Guanciale, attore che chi segue il teatro conosce già, e che ha sicuramente un radioso futuro: bello e preparato, lo considero un po’ il nostro Tom Cruise. Mentre per quanto mi riguarda suor Angela conserverà e accrescerà la propria umanità. E in un episodio incontrerà un’ex compagna di cella con la sua difficile storia».