Home TvFictionL’isola, parla il produttore Carlo Degli Esposti: «Forse ci sarà una seconda stagione»

25 Gennaio 2013 | 14:11

L’isola, parla il produttore Carlo Degli Esposti: «Forse ci sarà una seconda stagione»

«Quella de “L'Isola” era una grande scommessa perché il genere catastrofico-sentimentale è un'assoluta novità per il nostro Paese e a questo punto posso dire che è una scommessa vinta. “L'Isola 2”? Ne parleremo con Raifiction ma con un risultato del genere credo che sarà possibile che si faccia. Anzi, invito i telespettatori più fedeli a far sentire la loro voce e i loro desideri»...

 di

L’isola, parla il produttore Carlo Degli Esposti: «Forse ci sarà una seconda stagione»

«Quella de “L'Isola” era una grande scommessa perché il genere catastrofico-sentimentale è un'assoluta novità per il nostro Paese e a questo punto posso dire che è una scommessa vinta. “L'Isola 2”? Ne parleremo con Raifiction ma con un risultato del genere credo che sarà possibile che si faccia. Anzi, invito i telespettatori più fedeli a far sentire la loro voce e i loro desideri»...

Foto: L'isola

25 Gennaio 2013 | 14:11 di Redazione

«L’isola» ha chiuso la dodicesima e ultima puntata con 6 milioni di telespettatori incollati al video, ormai conquistati dal fascino di Blanca Romero e da un thriller che come sfondo ha il mare incontaminato dell’isola d’Elba e come incubo la fine di un ecosistema perfetto.

Ora in tanti si chiedono che futuro avrà questa serie. Ecco perché abbiamo girato la domanda al produttore Carlo Degli Esposti, che con la sua Palomar è l’artefice de «L’isola» oltre che il «papà» dei film-tv di «Montalbano»: «Quella de “L’Isola” era una grande scommessa perché il genere catastrofico-sentimentale è un’assoluta novità per il nostro Paese e a questo punto posso dire che è una scommessa vinta. “L’Isola 2”? Ne parleremo le prossime settimane con Raifiction ma con un risultato del genere credo che sarà possibile che si faccia. Anzi, invito i telespettatori più fedeli a far sentire la loro voce e i loro desideri».

Degli Esposti che sta finendo di confezionare i nuovi «Montalbano» («Sono bellissimi, li vedrete in onda subito dopo Pasqua, ad aprile»), chiarisce anche il finale della serie che è risultato un po’ oscuro ad alcuni lettori: «Adriano Liberato (interpretato da Simone Montedoro) e la hacker Quadrophenia (interpretata da Alexandra Dinu) vengono chiamati dai carabinieri per una nuova e importante missione. Diciamo che potrebbero essere entrati a far parte dei servizi segreti dell’Arma».