27 Settembre 2017 | 15:47

«Di nuovo in gioco»: trama, trailer e perché vederlo

Clint Eastwood ed Amy Adams sono padre e figlia, i due protagonisti di questo intenso film diretto da Robert Lorenz nel 2012

 di Giacomo Bernardi

«Di nuovo in gioco»: trama, trailer e perché vederlo

Clint Eastwood ed Amy Adams sono padre e figlia, i due protagonisti di questo intenso film diretto da Robert Lorenz nel 2012

27 Settembre 2017 | 15:47 di Giacomo Bernardi

«Di nuovo in gioco» è un film del 2012 diretto da Robert Lorenz e con protagonisti Clint Eastwood, Amy Adams e Justin Timberlake. Il film segna il ritorno in scena di Eastwood dopo l'annunciato ritiro al termine delle riprese di «Gran Torino» (2008). La presenza dell'attore americano, tornato "di nuovo in gioco", ha contribuito al grande successo di pubblico ottenuto dal film, che analizza nel profondo un burrascoso rapporto tra padre e figlia.

TRAMA

Il vecchio Gus è stato uno dei migliori talent scout di baseball del mondo, ma i suoi rivali, più giovani e ultra-tecnologici, stanno tentando di rimpiazzarlo con il passare degli anni. La figlia di Gus, Mickey, accetta il consiglio di un amico e accompagna il padre in una trasferta nel North Carolina, dove l'esperto osservatore avrebbe tenuto d'occhio un giovane promettente. Per il burbero scout, il viaggio sarà l'occasione per prendersi una rivincita professionale e ricostruire un rapporto, quello con la figlia, che non è mai riuscito a consolidare.

Trailer

PERCHÉ VEDERLO

Clint Eastwood interpreta un suo coetaneo, un personaggio che si trova a fare i conti con l'età e con il tempo che passa: il risultato è sorprendente. I tratti del protagonista emergono lenti e insicuri durante il film, quasi come se il sapiente regista Robert Lorenz li volesse svelare un poco alla volta. Il difficile rapporto con la figlia è al centro della trama, ma racchiude tante piccole sfaccettature che, nel corso del film, emergono man mano. La storia di sport e rivincita che si mescola agli affetti familiari, ancora una volta, funziona ed emoziona.