02 Aprile 2009 | 11:20

Parte il «Fiorello Show». Ecco tutto quello che dovete sapere

Al via stasera su Sky Uno lo spettacolo del mattatore più corteggiato del piccolo schermo. Allestito in un megatendone appositamente realizzato a Roma in piazzale Clodio, lo show ospiterà personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport strizzando l’occhio all’attualità. E non mancheranno serate a tema e nuove parodie di volti noti.

 di

Parte il «Fiorello Show». Ecco tutto quello che dovete sapere

Al via stasera su Sky Uno lo spettacolo del mattatore più corteggiato del piccolo schermo. Allestito in un megatendone appositamente realizzato a Roma in piazzale Clodio, lo show ospiterà personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport strizzando l’occhio all’attualità. E non mancheranno serate a tema e nuove parodie di volti noti.

02 Aprile 2009 | 11:20 di

Rosario Fiorello (Foto KikaPress)
Rosario Fiorello (Foto KikaPress)

Al via stasera su Sky Uno lo spettacolo del mattatore più corteggiato del piccolo schermo. Allestito in un megatendone appositamente realizzato a Roma in piazzale Clodio, lo show ospiterà personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport strizzando l’occhio all’attualità. E non mancheranno serate a tema e nuove parodie di volti noti.

QUANDO E DOVE VA IN ONDA

«Fiorello show» va in onda da giovedì 2 aprile su Sky Uno (canale 109, che prende il posto di Sky Vivo) dal giovedì al sabato (cioè il giorno dopo il live che sarà invece di mercoledì, giovedì e venerdì) per 20 minuti, dalle 21.15 alle 21.35.Quello che vedremo in tv è il montaggio dello spettacolo che dal 1° aprile viene ospitato all’interno della tensostruttura costruita ad hoc a Roma in Piazzale Clodio.

La domenica invece va in onda alle 22.30 “il meglio di” dello spettacolo, che si rivivrà attraverso finestre interattive (per esempio col dietro le quinte o una ripresa di spalle).

Per quanto riguarda le repliche, l’appuntamento è a mezzanotte e un quarto e il giorno successivo alle 14.15.

Infine ogni giorno sulla finestra 5 di Sky Tg24 Fiorello si autointervisterà raccontando news sullo spettacolo.

Il tutto fino al prossimo 19 giugno.

E non finisce qui. L’artista sarà anche «posteggiatore» a Piazzale Clodio, comparendo su un maxi schermo di 60 metri quadri nel parcheggio, da dove improvviserà uno show del dietro le quinte che potrà essere visto dai passanti. Su questo punto, Fiorello sogna in grande e aspira a diventare una tappa obbligata per i turisti, «come il Colosseo e l’Angelus» ha esagerato in conferenza stampa. «La sfida è quella di confezionare sempre uno spettacolo diverso, in modo che le persone possano tornare più volte. Faremo pure serate a tema, come uno speciale su Domenico Modugno».

È attesa nelle prossime settimane anche un’incursione del nuovo show nelle sale cinematografiche dotate di tecnologia HD.

Teatro, televisione e anche radio. Una parte dello show (ma nulla è stato ancora definito) potrebbe essere trasmessa anche da Radiodue in una “finestra” de «Gli Spostati».

LA SCENOGRAFIA

Pavimento nero e lucido. Duemila e cinquecento poltroncine rosse. E il nome di Fiorello cromato a caratteri cubitali. È questo il palco del «Fiorello Show» nel tendone costruito a piazzale Clodio a Roma. Qui andranno in scena 35 spettacoli con biglietti dai 23 ai 35 euro.

IL CAST

Accanto a Fiorello confermato il team di «Viva Radio2» e di «Stasera pago io». Ci sono gli autori che lavorano sull’attualità dei testi: Francesco Bozzi, Alberto di Risio, Riccardo Cassini e Federico Taddia. C’è il maestro dalla lunga chioma Enrico Cremonesi con la sua band, ribattezzata “I Clodio Hotel”. E c’è Giampiero Solari, che ha definito l’avventura su Sky di Fiorello «non un programma, ma un’interazione».

LA PRIMA PUNTATA

La prima puntata dello show ruota intorno al racconto esilarante della visita di Fiorello al premier Berlusconi a palazzo Grazioli, a una parodia del più celebre dei talk, l’americano David Letterman (stessa scena con New York sullo sfondo), in cui punzecchia l’epurato Enrico Mentana («l’unico eliminato dal Grande fratello senza mai essere stato nella Casa») e il duetto con un ospite internazionale, ovvero il regista e attore italo-americano John Turturro che canta con lui «Luna Rossa».

IL COMPENSO

15 milioni di euro: a tanto ammonta il cachet di Fiorello per lo show in onda su Sky. Lo ha rivelato Carlo Rossella durante una puntata di Otto e mezzo.
La cifra dovrebbe comprendere, oltre al suo compenso, anche la retribuzione del cast, degli autori, delle maestranze, della logistica e della scenografia. Allo “stipendio” si dovrebbero aggiungere gli incassi delle serate.

FIORELLO HA DETTO

- Su Mediaset: «Non sono un tipo da Mediaset perché lì servono personaggi che facciano le telepromozioni e io non mi presto. Lavoro a un programma televisivo ogni quattro anni, come ai Mondiali di calcio! Per questo non capisco tutto questo clamore per il mio personaggio a Sky. Sarebbe giusto meravigliarsi se a fare una cosa del genere fossero Gerry Scotti o Maria De Filippi per Mediaset, o Carlo Conti per la Rai, personaggi insomma che si identificano con un’azienda per cui lavorano. Io non sono così»

- Su Mediaset (la rettifica): «Il mio modo di fare oggi televisione, cioè una volta ogni quattro anni come i Mondiali di calcio, e su un progetto specifico, non è consigliabile alle televisioni Mediaset, che essendo commerciali necessitano forse di personaggi che garantiscano una continuità di presenza a tutti i livelli, sia nei programmi che nelle telepromozioni. Per questo ho scherzosamente “consigliato” a Mediaset, con cui ho sempre avuto ottimi rapporti sin dall’inizio della mia carriera, che con me non avrebbe fatto un buon affare».

- Su Sky: «Questi sono bravissimi. Questo è un altro mondo, sanno tutti l’inglese, ti mettono tutto a disposizione. Siete veramente bravi», ha detto a Tom Mockridge, amministratore delegato di Sky Italia che gli sedeva accanto.

- Sul maestro Enrico Cremonesi: «Lui è il mio maestro Pregadio».

- Sulla scenografia: «La grande scenografia con la grande scritta Fiorello è ”riciclata” da una vecchia trasmissione della Folliero», anagramma del suo nome.

- Sul suo futuro: «Il lavoro nella mia vita è in secondo piano, per me conta solo la famiglia».

- Su Mike Bongiorno: «Quando gli ho detto che forse sarei passato a Sky mi ha risposto: “Bene, quando cominciamo?”. Ho preparato un monologo di tre pagine con tutte le frasi che ha detto durante la registrazione dei nostri spot pubblicitari. Una è bellissima: “Qual è il segreto per stare per tanti anni con una donna? Abbozzare”».

- Su Fabrizio Del Noce: «Lo vedo cambiato: ora bacia Veronica Maya. Prima baciava me… mi sembra tanto la storia di Povia… Fabrizio torna in te, queste labbra ti aspettano».

- Su Berlusconi: «Berlusconi ha 4 o 5 decoder a casa sua. Ha fatto mettere l’Iva al 20% perché quando piove a volte le trasmissioni non si vedono al meglio. Si è arrabbiato, ha chiamato Tremonti e gli ha detto: “Basta con questi australiani! Sono come il boomerang, tornano sempre indietro!”».

- Sulla crisi economica: «La gente ha voglia di evadere. Quando facevamo Karaoke era il periodo di Tangentopoli, ne arrestavano tre al giorno, ma avevamo un grande successo. Anche quando c’è la guerra c’è sempre un giullare che ti strappa una risata».

- Su Marco Baldini: «Ha scelto di fare la Fattoria e ha fatto bene. Ma lo aspetto sul palco. Appena esce lo metto su una sedia e gli dico di fare l’imitazione del cavallo e del maiale».

Sky Uno

Dal 1° aprile Sky Uno prende il posto di Sky Vivo (canale 109), così come dopo il Grande Fratello Sky Show diventerà Sky Uno +1.

Nel primo giorno di programmazione Sky Uno ha mandato in onda un rullaggio con il dietro le quinte delle nuove produzioni. Fiorello che divaga sul suo spettacolo, Lorella Cuccarini che mostra i provini e il casting del suo programma «Vuoi ballare con me?», Giorgio Panariello che commenta il nuovo palinsesto con pillole di comicità.
Anche Mike Bongiorno sarà tra i protagonisti dell’avvio di Sky Uno con alcuni blitz nel suo show. «Passo dopo passo aggiungeremo altre produzioni e programmi che annunceremo nelle prossime settimane e mesi» promette la direttrice dei programmi Sky Kathryn Fink.
D’altronde personaggi che si propongono non ne mancano (l’ultima l’altro ieri è stata Sabrina Ferilli: «Io a Sky? Magari!»), e poi ci sono altri programmi all’orizzonte: è in arrivo dagli Stati Uniti «Don’t Forget The Lyrics», un karaoke con l’attore comico Wayne Brady; ad aprile tocca alla pluripremiata serie della Nbc «Providence», la versione americana di «The Office», la serie medico-legale «Crossing Jordan» e la produzione italiana «Donne Assassine» con Martina Stella, Claudia Pandolfi, Sandra Ceccarelli, Violante Placido. E a maggio Natasha Stefanenko proporrà «Cambio vita… mi sposo», dove aiuterà alcune giovani coppie a migliorare il proprio aspetto per il giorno del loro matrimonio.
Un ruolo importante lo avranno anche Maurizio Costanzo il mercoledì con il suo «Raccontando» e Gene Gnocchi con «Gnok Calcio Show». Fra i game show in arrivo «Cash Taxi», il primo quiz tv a bordo di un taxi. Infine ci sono le finestre del Grande Fratello, collaborazione con Mediaset che proprio il Gf ha scelto per contrastare questa sera il debutto del «Fiorello show».