13 Ottobre 2010 | 00:55

Gianni Morandi a Sanremo: «Sono felicissimo, contatterò subito i miei colleghi cantanti»

«Parto come un maratoneta che ha preso il pettorale però ci sono 42 km e 195 metri e bisogna arrivare in fondo e cercare anche di fare una bella figura». Gianni Morandi per la prima volta parla del suo impegno sanremese e lo fa sul sito ufficiale rivolgendosi ai fan...

 di

Gianni Morandi a Sanremo: «Sono felicissimo, contatterò subito i miei colleghi cantanti»

«Parto come un maratoneta che ha preso il pettorale però ci sono 42 km e 195 metri e bisogna arrivare in fondo e cercare anche di fare una bella figura». Gianni Morandi per la prima volta parla del suo impegno sanremese e lo fa sul sito ufficiale rivolgendosi ai fan...

13 Ottobre 2010 | 00:55 di

Gianni Morandi (foto Kikapress)

«Parto come un maratoneta che ha preso il pettorale però ci sono 42 km e 195 metri e bisogna arrivare in fondo e cercare anche di fare una bella figura». Gianni Morandi per la prima volta parla del suo impegno sanremese e lo fa sul sito ufficiale rivolgendosi ai fan, quelli che lo seguono «sempre e da sempre» e annuncia: «Si sono sciolti gli ultimi dubbi. Sono felicissimo che la Rai ci abbia affidato la conduzione e anche la direzione artistica, con Gianmarco Mazzi, del Festival di Sanremo 2011».

«Amici di Morandi mania» comincia il suo messaggio audio «quest’estate vi avevo detto che pensavo a Sanremo, soprattutto come cantante. Poi Gianmarco Mazzi, mio amico da più di trent’anni, me ne ha parlato in maniera diversa, mi ha proposto un’idea di gruppo che mi è piaciuta». E spiega: «Sarò il padrone di casa, di una squadra bellissima perché sono tutti ragazzi molto giovani, freschi e simpatici, come Luca e Paolo, Belen e Elisabetta Canalis. Una squadra, che mi consentirà di divertirmi sul palco lavorando professionalmente». L’eterno ragazzo di Monghidoro fa poi questa osservazione: «A questo punto della mia carriera vale la pena giocarsi una carta come questa e cercare di costruire un bel festival. La musica deve essere la protagonista, ma oggi anche lo spettacolo è ciò che conta».

Morandi inizierà a lavorare al progetto «già da domani mattina: cinque serate accattivanti per il pubblico, per la scenografia, la regia e soprattutto le canzoni. Inizierò con l’ascolto delle canzoni e contattando i miei colleghi, per vedere se si trovano delle belle canzoni, per vedere se si riesce a fare un bellissimo festival. Certo Sanremo è cosi’ importante, una manifestazione riconosciuta in tutto il mondo, e sento anche una grande responsabilità. Lavorerò con molto impegno cercando di fare meno danni possibili. Ce la metterò tutta».