29 Agosto 2011 | 12:12

I Kennedy, su La7 dal 31 agosto la miniserie «radioattiva»

Arriva su La7, dal 31 agosto in prima serata, «I Kennedy», la miniserie americana più chiacchierata (qualcuno l’ha addirittura definita «radioattiva») degli ultimi anni. Costata 30 milioni di dollari e interpretata da un cast di prim’ordine (Greg Kinnear nei panni del presidente John Fitzgerald Kennedy, Katie Holmes in quelli della first lady Jacqueline «Jackie» Bouvier, futura moglie di Onassis), negli Stati Uniti ha corso il rischio di non andare in onda. E non certo per demeriti artistici, visto che la serie (otto puntate di un’ora prodotte da Joel Surnow, creatore di «24») ha ottenuto 10 nomination agli Emmy Awards, gli Oscar della tv che saranno assegnati il 18 settembre a Los Angeles...

 di

I Kennedy, su La7 dal 31 agosto la miniserie «radioattiva»

Arriva su La7, dal 31 agosto in prima serata, «I Kennedy», la miniserie americana più chiacchierata (qualcuno l’ha addirittura definita «radioattiva») degli ultimi anni. Costata 30 milioni di dollari e interpretata da un cast di prim’ordine (Greg Kinnear nei panni del presidente John Fitzgerald Kennedy, Katie Holmes in quelli della first lady Jacqueline «Jackie» Bouvier, futura moglie di Onassis), negli Stati Uniti ha corso il rischio di non andare in onda. E non certo per demeriti artistici, visto che la serie (otto puntate di un’ora prodotte da Joel Surnow, creatore di «24») ha ottenuto 10 nomination agli Emmy Awards, gli Oscar della tv che saranno assegnati il 18 settembre a Los Angeles...

29 Agosto 2011 | 12:12 di

Greg Kinnear e Katie Holmes

Arriva su La7, dal 31 agosto in prima serata, «I Kennedy», la miniserie americana più chiacchierata (qualcuno l’ha addirittura definita «radioattiva») degli ultimi anni.

Costata 30 milioni di dollari e interpretata da un cast di prim’ordine (Greg Kinnear nei panni del presidente John Fitzgerald Kennedy, Katie Holmes in quelli della first lady Jacqueline «Jackie» Bouvier, futura moglie di Onassis), negli Stati Uniti ha corso il rischio di non andare in onda. E non certo per demeriti artistici, visto che la serie (otto puntate di un’ora prodotte da Joel Surnow, creatore di «24») ha ottenuto 10 nomination agli Emmy Awards, gli Oscar della tv che saranno assegnati il 18 settembre a Los Angeles.

Il fatto è che i produttori di «The Kennedys» hanno scelto di non santificare la famiglia più famosa d’America, preferendo invece raccontarne luci e ombre senza alcun timore reverenziale. Per esempio, nella sceneggiatura non mancano riferimenti ad alcune discutibili prese di posizione del patriarca Joseph Kennedy (Tom Wilkinson) nei confronti degli ebrei e di Hitler. Quanto basta, insomma, per essere accusati di «lesa maestà» ed essere cancellati da History Channel prima ancora di andare in onda.

A convincere il network, con un’abile opera di persuasione, è stata Caroline Kennedy, la figlia di JFK e Jacqueline: le è bastato offrire alla Disney (comproprietaria di History) l’esclusiva su alcuni nastri della madre, oltre sei ore di registrazioni audio inedite. E così la miniserie, dirottata sul network minore ReelzChannel, è stata vista in patria da circa un milione di spettatori, decisamente pochi per una produzione così costosa.

Su La7, invece, «I Kennedy» avrà tutti i crismi del grande evento: la prima puntata sarà preceduta alle 19 dal documentario «Le relazioni pericolose di Jfk» e, alle 20.30, da un’edizione speciale di «In Onda» con Luca Telese e Luisella Costamagna.