29 Aprile 2011 | 22:09

Il ritorno di Fiorello, dal 9 maggio su Radio 1 con «Buon Varietà!»

Il ritorno di Fiorello in Rai parte dal Teatro Sistina di Roma. È qui, nella sede storica dei musical di Garinei e Giovannini, che il 9 maggio prenderà il via «Buon varietà!», omaggio dello showman siciliano al programma radiofonico «Gran Varietà». Si tratta di sei serate all’insegna dell’allegria trasmesse diretta su Rai Radio Uno alle 21. Il giorno successivo allo spettacolo, invece, andrà in onda di mattina una sintesi dello show...

 di

Il ritorno di Fiorello, dal 9 maggio su Radio 1 con «Buon Varietà!»

Il ritorno di Fiorello in Rai parte dal Teatro Sistina di Roma. È qui, nella sede storica dei musical di Garinei e Giovannini, che il 9 maggio prenderà il via «Buon varietà!», omaggio dello showman siciliano al programma radiofonico «Gran Varietà». Si tratta di sei serate all’insegna dell’allegria trasmesse diretta su Rai Radio Uno alle 21. Il giorno successivo allo spettacolo, invece, andrà in onda di mattina una sintesi dello show...

29 Aprile 2011 | 22:09 di

Fiorello

Il ritorno di Fiorello in Rai parte dal Teatro Sistina di Roma. È qui, nella sede storica dei musical di Garinei e Giovannini, che il 9 maggio prenderà il via «Buon varietà!», omaggio dello showman siciliano al programma radiofonico «Gran Varietà». Si tratta di sei serate all’insegna dell’allegria trasmesse diretta su Rai Radio Uno alle 21. Il giorno successivo allo spettacolo, invece, andrà in onda di mattina una sintesi dello show.

In questi giorni la voce di Fiorello è già in radio con gli spot che annunciano il prossimo appuntamento attraverso una divertente gag con Enrico Cremonesi, direttore d’orchestra che lo accompagnerà anche sul palco del Sistina insieme alla sua band.
Secondo quanto scritto nel comunicato ufficiale che annuncia la partenza dello show, gli ingredienti di «Buon Varietà» «saranno quelli del varietà più classico, ma rimescolati in maniera sempre diversa, in modo che ciascuna serata offrirà un’impostazione completamente originale grazie anche agli amici, agli ospiti ed alle “vittime” inconsapevoli della platea che in ogni appuntamento saranno parte integrante dello show. Fiorello, infatti, porterà sul palco non uno spettacolo con una struttura narrativa fissa, ma se stesso, al centro di un palco “occupato”, per una sera, dalla sua arte d’improvvisare e intrattenere il pubblico».