27 Aprile 2009 | 10:04

Il trionfo di «Ti lascio una canzone»: l’opinione dei nostri lettori

Un telespettatore italiano su tre, ogni sabato, rimane incantato davanti alle esibizioni canore dei giovanissimi talenti presentati da Antonella Clerici. Ma è giusto che 25 minorenni siano protagonisti di un varietà di prima serata? Quali effetti può avere sulla loro crescita la pressione a cui sono sottoposti? Vi abbiamo chiesto che cosa ne pensate, ecco che cosa avete risposto...

 di

Il trionfo di «Ti lascio una canzone»: l’opinione dei nostri lettori

Un telespettatore italiano su tre, ogni sabato, rimane incantato davanti alle esibizioni canore dei giovanissimi talenti presentati da Antonella Clerici. Ma è giusto che 25 minorenni siano protagonisti di un varietà di prima serata? Quali effetti può avere sulla loro crescita la pressione a cui sono sottoposti? Vi abbiamo chiesto che cosa ne pensate, ecco che cosa avete risposto...

27 Aprile 2009 | 10:04 di

Antonella Clerici durante le prove di Ti lascio una canzone (foto Rino Petrosino)
Antonella Clerici durante le prove di Ti lascio una canzone (foto Rino Petrosino)

Lo scorso sabato, con una media d’ascolto di oltre 6 milioni di telespettatori (31% di share), «Ti lascio una canzone» ha dato l’ennesima prova della sua capacità di incantare il pubblico italiano. Giunto alla seconda edizione, lo spettacolo condotto da Antonella Clerici ha stracciato la concorrenza («Bellissime» di Canale 5 è crollato al 12%), conquistando uno spettatore su tre per quattro sabati consecutivi.

La formula è semplice e collaudata. Ogni settimana, davanti al pubblico del teatro Ariston di Sanremo, 25 ragazzini si cimentano con i classici della musica italiana (e non solo). Tra loro non c’è gara (il televoto sceglie la canzone migliore della serata), nessuno viene eliminato. Tuttavia, davanti a «Ti lascio una canzone» lo spettatore è assalito dai dubbi. E’ giusto mettere i bambini al centro di un varietà di prima serata? A mezzanotte non dovrebbero essere già a letto? A quell’età il successo è un bene o un male? 

Per questo, nei giorni scorsi, vi abbiamo chiesto di esprimere la vostra opinione a riguardo, rispondendo alla domanda: Che cosa pensi del programma «Ti lascio una canzone»? Quasi il 33% ha risposto: «Non mi piace perché bambini e ragazzini vengono costretti a comportarsi da adulti». Un giudizio negativo che si somma a quello di chi ha scelto la risposta: «Lo show di prima serata non è il luogo giusto per far esibire dei minorenni» (5,83%). La stragrande maggioranza (61,50%), invece, ha espresso un giudizio positivo: finalmente un programma rilassante dove il gusto di partecipare supera l’ansia della gara (25,50%), una piacevole rassegna di belle canzoni eseguite molto bene (19,33%), un programma importante perché offre ai giovani talenti la possibilità di farsi conoscere (16,67%).

[poll id="38"]