27 Luglio 2011 | 10:40

La rivincita di Marco Liorni: «Finalmente non sono più solo l’inviato del GF»

Dopo gli ottimi risultati di «Estate in diretta», Liorni si prepara ad affiancare Mara Venier nella prossima edizione di «La vita in diretta». Ma prima passerà qualche giorno di vacanza con la famiglia: «Sono in onda fino al 5 agosto. Il 6, giorno del mio 46° compleanno, festeggio andando in ferie al mare, in Toscana»...

 di

La rivincita di Marco Liorni: «Finalmente non sono più solo l’inviato del GF»

Dopo gli ottimi risultati di «Estate in diretta», Liorni si prepara ad affiancare Mara Venier nella prossima edizione di «La vita in diretta». Ma prima passerà qualche giorno di vacanza con la famiglia: «Sono in onda fino al 5 agosto. Il 6, giorno del mio 46° compleanno, festeggio andando in ferie al mare, in Toscana»...

27 Luglio 2011 | 10:40 di

Marco Liorni (foto Olycom)

Marco Liorni, il conduttore di «Estate in diretta», risponde al telefono e ascolta: «Ciao Marco, sono quella della tua ex squadra. Volevo farti tanti auguri per il tuo programma». Liorni ricorda: «Di primo acchito non avevo riconosciuto la voce di Barbara D’Urso, poi siamo scoppiati a ridere. Mi ha fatto piacere che mi abbia chiamato. Abbiamo fatto insieme tre edizioni del “Grande Fratello”, condividendo tanti bei momenti e le voglio sinceramente bene. Siamo come quei calciatori che si ritrovano in campo contro la vecchia squadra. Così le ho risposto: “Aspettati il gol dell’ex!”».

Parole profetiche. Ha raggiunto «Pomeriggio Cinque»…
«Non riesco a vivere una sfida con lei. La gara la faccio con me stesso, senza lasciarmi contagiare emotivamente dall’Auditel. Punto sulla qualità per dimostrare che posso esprimermi meglio di quanto facevo davanti alla porta rossa del “Grande Fratello”. Insomma, non sono più solo l’ex inviato del GF. Il mio volto e il mio nome sono stati troppo legati a quel programma. Un bel ricordo, ma ora voglio realizzarmi professionalmente».

Com’è approdato a «Estate in diretta»?
«Grazie al direttore Mauro Mazza che coraggiosamente mi ha affidato il timone del programma, versione estiva di una macchina da guerra, “La vita in diretta”, ben rodata e pilotata da Daniel Toaff. Per due anni, quando ho condotto “Verissimo”, abbiamo lavorato uno contro l’altro».

Cosa piace di «Estate in diretta»?
«Il pubblico ci sceglie per la qualità. Con Lorella Landi, che è una giornalista professionista e seria, propongo informazione-spettacolo. Grande attenzione alla cronaca, ma anche ai temi più leggeri. Niente gossip, solo cronaca rosa e il racconto dell’estate degli italiani».

Puntate anche su casi di cronaca nera, come il giallo dell’uccisione di Melania Rea…
«Sì, ma senza insistere su particolari macabri. Parliamo di cronaca e quindi di quello che accade. Il giallo attrae, ma mi vengono i brividi quando ne parlo».

Su che cosa state lavorando?
«Si parla sempre della Sardegna con storie negative oppure per feste e lustrini. Vorremmo raccontare in una chiave nuova l’estate in Sardegna».

Lei quando andrà in vacanza?
«Sono in onda fino al 5 agosto. Il 6, giorno del mio 46° compleanno, festeggio andando in ferie al mare, in Toscana. Mi godrò i miei figli Niccolò, di 16 anni, Emma, di 7, e la piccola Viola, di 9 mesi, con la mia compagna Giovanna Astolfi. Lei è il mio punto di riferimento, e dato che è una giornalista mi consiglia anche sul lavoro. Appena torno in camerino trovo i suoi sms, con relativo giudizio: “Bravissimo!”, oppure: “Perché non hai fatto questa domanda?”».

È quasi certo che nell’edizione invernale di «La vita in diretta» affiancherà Mara Venier…
«Mi piacerebbe molto, chissà (nel frattempo è arrivata la conferma dalla direzione di Raiuno, ndr). Dopo le vacanze comunque torno alla guida del mio programma a Radio Dimensione Suono, dalle 12 alle 14, dove propongo musica e storie quotidiane».

Intanto è anche su Marcopolo, canale 414 di Sky…
«Presento una serie di documentari su monasteri e abbazie nel mondo, dal titolo “Tra cielo e terra”. Sono felice di poter parlare di spiritualità. Ho condotto tre edizioni del programma “Angeli” su Italia 1, e “Padre Pio – Le prove della santità” su Raiuno. Penso che la tv debba dare un segnale forte sull’argomento. Senza spiritualità non si va da nessuna parte!».