20 Febbraio 2015 | 15:59

Mara Venier racconta la sua avventura a «L’isola dei famosi»

Intervista all'opinionista del reality show di Canale 5: «Dopo tanto tempo posso finalmente essere me stessa»

 di Solange Savagnone

Mara Venier racconta la sua avventura a «L’isola dei famosi»

Intervista all'opinionista del reality show di Canale 5: «Dopo tanto tempo posso finalmente essere me stessa»

Foto: Mara Venier

20 Febbraio 2015 | 15:59 di Solange Savagnone

Mediaset è arrivata quasi  in punta di piedi grazie a Maria De Filippi, che l’ha voluta come quarto giudice a «Tú sí que vales» (vedi box sotto). Da quel momento non si è più fermata, perché Mara Venier è una donna travolgente e piena di energia. E anche come opinionista di «L’isola dei famosi» sta dando il meglio di sé.

Mara, dica la verità, all’«Isola» si diverte tantissimo.
«È vero. È capitato tutto in un momento particolare della mia vita. Non lo chiamerei “lavoro” ma puro coinvolgimento emotivo vissuto con totale spensieratezza. Dopo che ho lasciato la Rai non mi sarei mai aspettata di diventare questa Mara diversa, che piace ai ragazzi e ai bambini. A “Domenica in” e “La vita in diretta” avevo un pubblico maturo. Ora invece grazie a “Tú sí que vales” e all’“Isola” il pubblico dei giovani mi guarda con simpatia, come una che non ha peli sulla lingua. D’altra parte alla mia età, con la vita che ho avuto e con quello che ho fatto, posso permettermi di essere solo me stessa».

Infatti le sue battute diventano subito un tormentone.
«L’“Isola” è improvvisazione all’80%. Non ho un copione o una scaletta. Anzi, abbiamo fatto una prova generale con Alessia Marcuzzi e le ho detto che non potevo farne altre, altrimenti perdevo spontaneità. La mia reazione durante la diretta deve essere immediata, non programmata».

Quindi ogni lunedì va in onda in diretta e senza alcuna preparazione?
«Esatto. Arrivo a Cologno Monzese al pomeriggio, mi truccano, mi pettinano e poi andiamo in studio, sia io sia Alfonso Signorini, senza aver provato. Il mio forte è l’improvvisazione, da sempre. Per questo sono negata a condurre quiz o altri programmi del genere».

Lei e Signorini battibeccate come Sandra Mondaini e Raimondo Vianello...
«È vero. Ci diamo delle belle stoccate ma ci vogliamo bene. Siamo amici da 20 anni. Mi sento molto coccolata dai miei compagni di lavoro. Con lui e Alessia sono molto serena».

Parliamo dei naufraghi. Come fa a cogliere certi particolari che sfuggono ai più?
«Ho una spiccata sensibilità. Osservo molto e sto attenta a quello che accade durante la puntata. E quello che vedo dico. Per esempio ho difeso Valerio Scanu perché avevo notato che era triste, a disagio, e che il gruppo lo aveva isolato. Mentre per il mio modo di vedere Melissa P. è una che parla molto e si prende troppo sul serio. Ma la vera rivelazione è il saggio del gruppo: Rocco Siffredi. Pensavamo fosse un cavallo pazzo, invece è un padre affettuoso e un marito innamorato. Mi auguro che i nuovi ingressi portino un po’ di peperoncino e accada qualcosa, almeno abbiamo delle novità da commentare».

Ha già i suoi preferiti?
«Valerio mi piace tanto. Cecilia Rodriguez è simpaticissima, come sua sorella Belen. Mi fa molto ridere vederla dietro il paravento, intimidita, vestita di sole foglie. In realtà anche io e Signorini sogniamo di andare nudi per una puntata a Playa Desnuda!».

Grazie all’“Isola” si è avvicinata al mondo dei social network. 
«Io sono negata per queste cose, è Alessia che mi ha rovinato la vita! Due settimane fa è venuta con il marito e Alfonso a cena a casa mia. Insistendo sul fatto che per lavoro non potevo non essere sui social network, mi ha iscritto a Instagram. Io non sapevo neanche cosa fosse. Oggi ho già 70 mila follower. Il problema è che interagisco con tutti quelli che mi scrivono. Mi sembra brutto non rispondere, per cui passo le giornate a scrivere e a dare le ricette, perché quando pubblico i miei piatti impazziscono tutti e vogliono sapere come li preparo».

Passare dal Web a un programma di cucina è un attimo…
«A me non dispiacerebbe. Amo mangiare e cucinare. E alla mia età rimangono ben pochi piaceri oltre a questo!». 

Lei è molto amata dal pubblico. Qual è il suo segreto?
«Non ci sono segreti. Sono così come mi vedete. Davanti alle telecamere viene fuori una parte di Mara, ma ce n’è un’altra privata, con le malinconie e tristezze che non mostro al pubblico».

Un lato intenso che però l’aiuta a entrare in sintonia con le persone.
«Entro sempre nelle storie che racconto. Da una parte è bello perché l’emotività ti fa amare. Dall’altra ti fa stare male. Al terzo anno di “La vita in diretta” ho iniziato ad assumere degli antidepressivi perché prendevo troppo a cuore le storie che raccontavo e spesso cercavo di aiutare la gente anche a telecamere spente. Sono cose che alla lunga ti devastano. E tutto ha coinciso con l’inizio della malattia di mia madre, che soffre di Alzheimer. Sono stati mesi molto difficili per me». 

Poi ha lasciato il programma e la Rai. Ed è arrivata Maria De Filippi. 
«Ci conoscevamo già, ma questa estate è cambiato qualcosa. Mi aveva offerto di fare una puntata come giudice ospite di “Tú sí que vales” con un sms al quale avevo risposto subito con un sì. Ma lei quel messaggio non l’ha mai ricevuto. Mi ha chiamato alcune settimane dopo mentre ero in vacanza a New York, dicendomi che dopo tre giorni avrei dovuto registrare la puntata. Così sono tornata a Roma di corsa...».

Doveva essere una puntata ma  è diventata una presenza fissa.
«Sì, sono piaciuta e gli ascolti ci hanno premiati. Così tornerò a settembre, sempre come giudice popolare, accanto a Maria, Gerry Scotti e Rudy Zerbi». 

Cos’altro c’è nel suo futuro?
«Ho appena avuto un incontro informale in Rai con il direttore generale Luigi Gubitosi. Mi ha fatto piacere, ma fino a dicembre sono impegnata con Mediaset dove sto bene, mi sento stimata e ho trovato vecchi amici. Non ho contratti in esclusiva, lavoro a progetto, ora per “L’isola dei famosi” e a settembre per “Tú sí que vales”. Ma potrebbe anche nascere un nuovo progetto a Mediaset, staremo a vedere».