19 Ottobre 2016 | 17:00

«American Crime Story» racconterà l’omicidio di Gianni Versace

Confermate la seconda e la terza stagione della serie americana. Una descriverà la tragedia dell'uragano Katrina, l'altra la tragica fine dello stilista italiano

 di Manuela Puglisi

«American Crime Story» racconterà l’omicidio di Gianni Versace

Confermate la seconda e la terza stagione della serie americana. Una descriverà la tragedia dell'uragano Katrina, l'altra la tragica fine dello stilista italiano

Foto: Gianni Versace in passerella  - Credit: © Getty

19 Ottobre 2016 | 17:00 di Manuela Puglisi

Dopo il grande successo che la prima stagione di American Crime Story, ennesima creatura di Ryan Murphy, ha riscosso raccontando il processo americano per eccellenza, il caso O.J. Simpson, arriva una buona notizia per gli appassionati. La serie avrà infatti una seconda e una terza stagione e sappiamo già, a grandi linee ovviamente, di quali celebri crimini americani si occuperanno.

La seconda stagione: L’uragano Katrina

Per il secondo capitolo della propria serie antologica, Ryan Murphy ha scelto di parlare dell’uragano Katrina. Il piano è di seguire otto persone, ognuna con una storia diversa, esaminando le condizioni del Superdome (lo stadio di New Orleans), la situazione del sovraffollamento negli ospedali e come i sopravvissuti siano stati imbarcati su autobus affollati, portandosi dietro a malapena qualche maglietta. Se l’uragano è una forza della natura, alcune delle conseguenze, secondo il creatore di American Crime Story, sono veri e propri crimini contro l’umanità. I nuovi episodi sono attesi sui piccoli schermi americani per l’inizio del 2017.

La terza stagione: l’omicidio Versace

I dettagli non sono ancora noti, ma Deadline ha annunciato che la terza stagione di dieci episodi potrebbe intitolarsi Versace/Cunanan. Il tema sarebbe appunto lo scioccante omicidio di Gianni Versace. Nel luglio del 1997 il leggendario stilista è stato ucciso sulle scale della propria villa di Miami Beach dal serial killer Andrew Cunanan che si è poi suicidato otto giorni dopo. La stagione prenderà spunto dal libro Vulgar Favors dell’autrice di Vanity Fair Maureen Orth e Tom Rob Smith (London Spy). Gli episodi saranno girati quasi in contemporanea con quelli della seconda stagione.

Il caso O.J. Simpson: cosa c'è di vero nella serie