Home TvNews e AnticipazioniEdoardo Vianello è nella classifica Usa grazie a una serie tv

15 Giugno 2017 | 15:17

Edoardo Vianello è nella classifica Usa grazie a una serie tv

Sorprendente exploit di «Guarda come dondolo» dopo la scena in cui Alessandra Mastronardi e Aziz Ansari ballano il twist in «Master of none»

 di Francesco Chignola

Edoardo Vianello è nella classifica Usa grazie a una serie tv

Sorprendente exploit di «Guarda come dondolo» dopo la scena in cui Alessandra Mastronardi e Aziz Ansari ballano il twist in «Master of none»

Foto: Alessandra Mastronardi e Aziz Ansari in «Master of none»  - Credit: © Netflix

15 Giugno 2017 | 15:17 di Francesco Chignola

Per la prima volta nella sua carriera, Edoardo Vianello è approdato nella Billboard, la classifica ufficiale della musica americana. E lo ha fatto grazie a una serie tv.

In un episodio della seconda stagione di «Master of none», infatti, il protagonista Dev (Aziz Ansari) e Francesca (Alessandra Mastronardi), la ragazza italiana di cui è innamorato, ballano un twist improvvisato in cucina. Sulle note di «Guarda come dondolo» di Edoardo Vianello.

La scelta musicale (nell'episodio è proprio Francesca a «consigliare» il brano ad Ansari) ha incuriosito migliaia di spettatori americani, facendo meritare al brano un posto nella speciale classifica mensile che Billboard dedica ai brani più ascoltati e scaricati grazie alla loro presenza negli show televisivi.

Nello specifico «Guarda come dondolo» è al decimo posto nella «Top Tv Songs Chart» di maggio 2017. Come scrive il sito della Billboard, è la prima volta che Edoardo Vianello fa la sua comparsa nella classifica americana. Il pezzo risale al 1962: era il «lato B» di «Pinne fucile ed occhiali».

Abbiamo raggiunto Vianello per dargli questa bella notizia.

La notizia gliel’abbiamo data noi di Sorrisi. Edoardo, se l’aspettava?
«(È commosso, ndr). Sono felicissimo che una canzone scritta nel 1962 sia ancora attuale. Se tra milioni di brani che girano per il mondo è stato scelto questo significa che ha un suo contenuto. “Guarda come dondolo” venne utilizzata come motivo musicale anche per il film di Dino Risi “Il sorpasso”».

Come nacque questo brano?
«La musica era la mia e il testo di Carlo Rossi. Ricordo che fu scritta in fretta e furia perché c’era la moda del ballo del twist che arrivava dall’America e noi dovevamo seguire l’onda. Stavo preparando il 45 giri che aveva due facciate. Io puntavo sul brano “Pinne fucili ed occhiali” quando invece si ribaltò tutto e “Guarda come dondolo” divenne il vero tormentone…».

Perché le canzoni di un tempo vengono ricordate a distanza di decenni?
«Le nostre erano semplici, spontanee e meno studiate. Oggi i pezzi sono troppo sofisticati. Mancano di genuinità. Quella degli anni Sessanta era una musica che nasceva senza scopi commerciali ma solo per divertimento».

Billboard segnala anche i dati ufficiali del brano: «Guarda come dondolo» nel mese di maggio negli Usa è stata scaricata legalmente 900 volte, è stata «shazammata» (cioè identificata con la app Shazam) 15 mila volte, ed è stata ascoltata in streaming ben 120 mila volte.

Le due stagioni di «Master of none» sono disponibili su Netflix anche in Italia. Intervista a cura di Antonella Silvestri

Foto: Alessandra Mastronardi e Aziz Ansari ballano sulle note di «Guarda come dondolo» - Credit: © Netflix