17 Ottobre 2017 | 18:43

A «Hell’s Kitchen 4» ospite  Fortunato Cerlino

Il celebre attore di “Gomorra - La Serie” nella cucina più infernale d’Italia nella terza puntata dello show culinario di Carlo Cracco

 di Lorenzo Di Palma

A «Hell’s Kitchen 4» ospite  Fortunato Cerlino

Il celebre attore di “Gomorra - La Serie” nella cucina più infernale d’Italia nella terza puntata dello show culinario di Carlo Cracco

Foto: Carlo Cracco e Fortunato Cerlino  - Credit: © Sky

17 Ottobre 2017 | 18:43 di Lorenzo Di Palma

È stato l’attore Fortunato Cerlino, l’ospite d’eccezione della terza puntata di Hell’s Kitchen 4, martedì 17 ottobre su Sky Uno. D’altronde chi meglio del temibile interprete di Don Pietro Savastano in Gomorra - La Serie, poteva trovarsi a proprio agio nella “più infernale cucina italiana” dove ha aiutato lo chef Carlo Cracco a spronare le due brigate. E per onorare la presenza (e le origini) di Fortunato Cerlino - l'attore è tra l'altro un grande esperto della tradizione culinaria napoletana -  sono stati aggiunti nel menù serale due piatti tipici tradizionali.

Don Pietro Savastano a Hell's Kitchen

Ma i consigli e le raccomandazioni del giudice Carlo Cracco sono bastati ai concorrenti per non commettere errori che potrebbero costare il grembiule? Quanto alla gara, infatti, l’eliminazione di Marta ha lasciato nello sconforto le cuoche della brigata rossa. Per la prova a squadre, Chef Cracco ha preparato un piatto davanti a soli due componenti di ciascuna squadra: uno ha ascoltato senza poter vedere, l’altro ha guardato senza sentire. Tutti gli altri invece, hanno cucinato a staffetta, senza poter parlare con chi ha assistito alla preparazione. Un meccanismo complesso in cui si è dovuto “fare squadra” per non rischiare il corto circuito.

Inoltre, per la prova individuale, Cracco ha invitato le tre anziane sorelle pugliesi del forno Sammarco, che grazie a una loro invenzione, il “panterrone”, un prodotto unico nel suo genere, è riuscito ad unire le tradizioni del nord e del sud. L’obiettivo della prova è stato creare un piatto, dolce o salato, che abbia richiamato proprio il gusto e i sapori del panterrone.