«Long Road Home», su National Geographic la serie con Michael Kelly

La serie con protagonista il Doug Stamper di «House of Cards» racconta la tragica vicenda del Black Sunday, l'attentato del 4 aprile 2004

14 Novembre 2017 | 15:29

«Long Road Home», su National Geographic la serie con Michael Kelly

La serie con protagonista il Doug Stamper di «House of Cards» racconta la tragica vicenda del Black Sunday, l'attentato del 4 aprile 2004

 di Manuela Puglisi

Foto: Michael Kelly nei panni di Gary Volesky  - Credit: © Ufficio Stampa

14 Novembre 2017 | 15:29 di Manuela Puglisi

Va in onda su National Geographic (canale 403 di Sky) da martedì 14 novembre alle 20.55 «Long Road Home», la serie con protagonista Michael Kelly (Doug Stamper di «House of Cards»). Un racconto toccante delle azioni di guerra in Iraq e dell'attesa angosciante dei familiari della prima divisione di cavalleria dell'esercito USA.

La vicenda raccontata è quella drammatica del 4 aprile 2004, quando alcuni soldati sono caduti in un'imboscata a Sadr City, Baghdad. L'attentato, il “Black Sunday”, costò la vita a 8 soldati, 65 furono gravemente feriti e ebbe luogo a meno di un anno dal discorso dell'allora presidente degli Stati Uniti George W. Bush che annunciava la fine della guerra in Iraq. Tratta dall'omonimo bestseller di Martha Raddatz, questa serie in 8 episodi vede protagonista Michael Kelly nei panni del tenente colonnello Gary Volesky, responsabile delle operazioni di salvataggio.

Nei panni del capitano Troy Denomy, alla guida dei convogli inviati in città per recuperare le vittime, c'è Jason Ritter, ma nel cast vedremo anche Sarah Wayne Callies («The Walking Dead», «Prison Break») nel ruolo di LeeAnn, moglie di Volesky e parte del comitato a sostegno dei familliari delle vittime. Vedremo Noel Fisher («Shameless») nei panni del soldato Tomas Young e Jeremy Sisto («Law & Order», «Six Feet Under») in quelli del sergente maggiore Robert Miltenberger e anche Patrick Schwarzenegger, figlio di Arnold.