11 Settembre 2016 | 01:30

Miss Italia 2016 è Rachele Risaliti

Miss Toscana incoronata a Jesolo la più bella del Paese. Seconda classificata è la concorrente curvy Paola Torrente da Gragnano. Terza Silvia Lavarini, Miss Veneto. Miss Sorrisi è Alessia Prete

 di Daniele Ceccherini

Miss Italia 2016 è Rachele Risaliti

Miss Toscana incoronata a Jesolo la più bella del Paese. Seconda classificata è la concorrente curvy Paola Torrente da Gragnano. Terza Silvia Lavarini, Miss Veneto. Miss Sorrisi è Alessia Prete

Foto: MISS ITALIA 2016: Rachele Risaliti, 21 anni, Firenze, alta 1,77, studentessa (Miss Toscana)  - Credit: © Miss Italia

11 Settembre 2016 | 01:30 di Daniele Ceccherini

Miss Italia 2016 è Rachele Risaliti, 21 anni di Firenze, già Miss Toscana, studentessa. È stata eletta la più bella d'Italia tra le 40 splendide finaliste che si sono contese la prestigiosa fascia al Pala Arrex di Jesolo. Come da tradizione è stata incoronata dal televoto e da Alice Sabatini, la vincitrice dell’anno scorso. 

Seconda classificata è Paola Torrente, la concorrente "curvy" napoletana di Gragnano (già Miss Italia Keyrà Campania), 22 anni, taglia 46 e anche lei studentessa.

Terza classificata Silvia Lavarini, la concorrente numero 22, già Miss Veneto, 19 anni, nata a Sant’Anna d’Alfaedo (VR) e alta 1,73, aspirante presentatrice televisiva. La nostra Miss Sorrisi & Canzoni è invece Alessia Prete, studentessa 20enne, piemontese di Volvera (TO). 

I presentatori della serata, in diretta su La7, Francesco Facchinetti (al quale il padre saggiamente consiglia nell'anteprima di non cantare) e, dal backstage, Giulia Arena (Miss Italia 2013), l’hanno proclamata vincitrice della 77ª edizione del concorso, dopo una lunga competizione “pilotata” dal pubblico a casa con il televoto, che incideva per il 50% nelle scelte e che ha prima ridotto a 20 e quindi a 10 le finaliste, passate anche al vaglio di una doppia giuria.

Quella tecnica - che ha anche selezionato le 40 finaliste - composta dalla regista Cinzia Th Torrini, dalle giornaliste Rosanna Lambertucci ed Elvia Grazi, dall'esperto di moda e conduttore Enzo Miccio, da Federica Moro Miss Italia 1982, dal casting director Pino Pellegrino e dalla conduttrice Veronica Maya. E quella artistica formata da Mara Venier, Raoul Bova, Vincenzo Salemme, dall'olimpionico Gregorio Paltrinieri e dalla scrittrice Anselma Dell'Olio, che come in un talent ha scelto le ultime cinque finaliste, non senza polemizzare però.

Tra un'eliminazione e l'altra, le novità dell'edizione 2016, molto seguita sui social, sono state: la presenza di floride ragazze "curvy" (contestate dalla mamma di un'eliminata!); il pessimo inglese della "delusion room" e le presentazioni in stile Twitter con solo 140 caratteri a disposizione (immediatamente prese in giro su Twitter).

Poi lo "speed-date", la prova di appuntamento al buio, con Raoul Bova e Vincenzo Salemme (più una prova per i due che per le aspiranti miss) a cui poi si sono aggiunti anche Gregorio Paltrinieri ed Enzo Miccio, e in cui le ragazze sono riuscite dire e fare di tutto, anche a candidarsi per uno lavoro. 

E ancora: l'appello contro la violenza sulle donne condito dal pessimismo della Dell'Olio e seguito dalla sfilata in abito da sposa con Jovanotti in sottofondo. Fino all'interrogatorio condotto da Gianluigi Paragone in stile "Gabbia" e poi all'appello finale della mamme delle ultime due concorrenti in gara.

Ospiti musicali della serata Francesco Cicchella in veste di Bruno Mars e Massimo Ranieri, personaggi interpretati anche a "Tale e quale", Lorenzo Fragola con la sua "D'improvviso" e in chiusura Alessio Bernabei con "Noi siamo infinito".