Home TvNews e AnticipazioniNino Frassica: «Vi dico io la verità sull’ora legale»

27 Ottobre 2016 | 16:56

Nino Frassica: «Vi dico io la verità sull’ora legale»

L'irresistibile attore racconta (per ridere) l’origine di quest'idea. L'ora solare torna nella notte tra il 29 e il 30 ottobre

 di Nino Frassica

Foto: Nino Frassica
Credit: © Pigi Cipelli

Non credete a quello che vi raccontano qui sotto: non è vero che l’ora legale è stata inventata nel secolo scorso. L’ora legale nacque nel Meglio Evo, a metà del Settecento, nel 350.
I medievali erano quasi tutti dei grandissimi delinquenti, assassini, farabutti, mascarponi, mascalzoni, canaglie e truffatori (chiedo scusa se qualcuno ha amici o familiari ancora in vita, ma è la pura verità).

Tutto il giorno lo dedicavano al crimine, omicidi, ruberie, estorsioni, distorsioni e malefatte. Tutto il giorno. Si fermavano soltanto per un’ora e quei sessanta minuti, quell’ora, la chiamarono «L’ora legale». Adesso le cose sono migliorate. L’ora legale in realtà non esiste, è un’ora fantasma, non va calcolata.

Io tutte le volte che è in vigore ne approfitto. Per esempio, chiamo un bravissimo massaggiatore che prende 120 euro l’ora, mi faccio massaggiare durante l’ora legale e alla fine lo saluto e non lo pago.

Quest’anno, nella notte tra il 29 e il 30 ottobre si andrà indietro di un’ora, tipo «Viaggio nel tempo»; infatti ci sentiremo più giovani di un’ora: la pelle più liscia, meno capelli bianchi, meno rughe, ma anche meno esperienza. In alcuni Paesi l’ora legale non viene applicata ma vivono comunque come noi e non si sono mai accorti di nulla.

Non tutti sanno che l’ora legale si chiama così perché prende il nome dell’uomo che l’ha scoperta, uno scienziato, il famoso orologo Gianluigi Maria Oralegale. Figlio del grande prof. Luminare Luminario Alveo Oralegale, sposato con la scienziata dottoressa Ada Maria Tostapane, che agli inizi del secolo scorso inventò il tostapane e lo chiamò con il suo nome: Ada Maria. Poi preferì chiamarlo con il suo cognome, che era più consono.

Adesso cari amici lettori vi lascio, debbo prenotare una lezione di piano per la notte del 29 ottobre, con un grandissimo maestro insegnante di pianoforte che prende ben 600 euro l’ora.

Scherzi a parte, ecco come è nata veramente l'ora solare. Torna tra il 29 e il 30 ottobre

Le lancette degli orologi vanno riportate indietro di un’ora alle 3 della notte tra sabato 29 e domenica 30 ottobre. Torna l’ora solare (l’ora legale ripartirà il 26 marzo 2017). Ma com’è nata questa consuetudine?
● Un’invenzione americana: il primo a proporla fu lo scienziato e politico Benjamin Franklin nel 1874: allungare le giornate permetteva di usare meno olio per illuminare le strade. Ma ai tempi nessuno gli diede retta.
● I primi furono gli inglesi: nel 1916 la Camera dei Comuni di Londra varò il «British Summer Time»: ordinava di spostare le lancette avanti di un’ora durante l’estate. Molte nazioni, tra cui l’Italia, presero subito esempio.
● Non è uguale ovunque: dal 1996 tutti i Paesi dell’Unione Europea adottano la stessa ora legale, ma in altri Stati la scelta è dettata da clima e latitudine. Per esempio in Cina, India, Egitto e in Tunisia non viene applicata.