25 Settembre 2016 | 11:20

“PresaDiretta”, l’ultima puntata è sui migranti

In onda anche un reportage dagli Stati Uniti per capire chi è davvero Donald Trump. E poi uno speciale sul lavoro femminile in Italia

 di Chiara Baldi

“PresaDiretta”, l’ultima puntata è sui migranti

In onda anche un reportage dagli Stati Uniti per capire chi è davvero Donald Trump. E poi uno speciale sul lavoro femminile in Italia

Foto: Riccardo Iacona  - Credit: © Ufficio Stampa Rai

25 Settembre 2016 | 11:20 di Chiara Baldi

In onda lunedì 26 settembre dalle 21.05 l'ultima puntata della stagione autunnale di “PresaDiretta”. Riccardo Iacona e la sua squadra racconteranno i migranti, l'America di Donald Trump e il lavoro femminile in Italia.

Sulla pelle dei migranti”. L’esodo di massa delle popolazioni che fuggono dalle guerre e dalla povertà mette alla prova la tenuta dell’Unione Europea, che rischia di implodere travolta dalle contraddizioni. Le preoccupazioni elettorali dei governi, il populismo che fa sempre più breccia nell’est europeo, il terrorismo che arriva nelle nostre città. Ce la farà l’Europa a reggere la forza l’urto di chi la vuole trasformare in una fortezza e alzare muri lungo confini spariti da decenni? Un viaggio dentro il sistema d’accoglienza dei profughi nel nostro paese, da nord a sud, tra eccellenza e criticità, dall’accoglienza diffusa ai ghetti. Per scoprire che nell’Europa dei Muri l’Italia è diventata un grande carcere a cielo aperto. E poi un viaggio tra Grecia e Turchia per andare a vedere da vicino gli effetti dell’accordo Ue Turchia per fermare i barconi dei profughi. A sei mesi dall’accordo con il quale la Turchia è diventata il poliziotto d’Europa, cosa sta accadendo per davvero?

Poi un reportage dagli Stati Uniti per capire chi è davvero l’uomo che ha ingaggiato la sfida politica del secolo per diventare il prossimo presidente americano, Donald Trump. Da dove viene davvero la sua ricchezza e quanto è solido il suo patrimonio, quali sono le sue reali convinzioni politiche e cosa c’è nel suo programma, quali sono i retroscena nella sua vita privata e chi sono i suoi elettori. Un ritratto a 360 gradi dell’America che potrebbe portare Donald Trump alla Casa Bianca.

Infine, un racconto a tinte forti della piaga della disoccupazione e dello sfruttamento femminile sul lavoro e del divario salariale tra uomo e donna nel nostro paese. L’Europa ci bacchetta, ma l’Italia è ancora un paese dove una donna su due non lavora. Dove troppe mamme escono dal mercato del lavoro per non rientrarci più. Dove, nonostante ci siano 155 laureate ogni 100 laureati maschi, man mano che si sale nella scala gerarchia di un’azienda le posizioni apicali femminili calano. Perché se sei donna, a parità di mansione, guadagni meno? Una vera e propria zavorra per la ripresa economica nazionale.