«Snatch», la serie con Rupert Grint su Timvision

La prima stagione, in arrivo mercoledì 11 ottobre, è composta da dieci episodi e si ispira all'omonimo film del 2000 di Guy Ritchie

11 Ottobre 2017 | 10:48

«Snatch», la serie con Rupert Grint su Timvision

La prima stagione, in arrivo mercoledì 11 ottobre, è composta da dieci episodi e si ispira all'omonimo film del 2000 di Guy Ritchie

 di Giulia Ausani

Foto: «The Snatch»  - Credit: © Ufficio Stampa

11 Ottobre 2017 | 10:48 di Giulia Ausani

Si ispira al film omonimo diretto da Guy Ritchie «Snatch», la serie composta da dieci episodi che sbarcherà in anteprima esclusiva per l'Italia su Timvision mercoledì 11 ottobre. Il cast vanta nomi noti soprattutto ai giovani: tra gli attori principali troviamo infatti Rupert Grint, il Ron Weasley della saga di Harry Potter, Ed Westwick (Chuck Bass nel teen drama «Gossip Girl») e Luke Pasqualino (Freddie in «Skins»).

La serie, già rinnovata per una seconda stagione, ha come produttore esecutivo lo stesso Rupert Grint, che per preparare al meglio il ruolo del nobile e scapestrato Charlie Cavendish-Scott ha detto di aver studiato le vicende più mondane del Principe Harry. 

La trama

«Snatch» racconta le avventure di un gruppo di criminali inglesi alle prime armi che si imbatte per puro caso in un carico di lingotti d'oro rubati. Il capo banda Albert (Luke Pasqualino), figlio di un noto rapinatore, Charlie (Rupert Grint), rampollo decaduto, e Billy (Lucien Laviscount), boxeur in bancarotta, saranno costretti a farsi strada tra i rischi del mondo criminale in una Londra malavitosa, facendo i conti con poliziotti disonesti, trafficanti e mafiosi internazionali, primo fra tutti Sonny Castillo (Ed Westwick), spacciatore proprietario di un noto night club della città.