«Suburra – La serie», intervista a Eduardo Valdarnini e Giacomo Ferrara

Una new entry e un apprezzato ritorno, Lele e Spadino sono poi così diversi?

10 Ottobre 2017 | 17:47

«Suburra – La serie», intervista a Eduardo Valdarnini e Giacomo Ferrara

Una new entry e un apprezzato ritorno, Lele e Spadino sono poi così diversi?

 di Manuela Puglisi

10 Ottobre 2017 | 17:47 di Manuela Puglisi

Quelli interpretati da Giacomo Ferrara ed Eduardo Valdarnini in «Suburra - La serie» sono due personaggi completamente diversi, ma forse con qualche elemento in comune: entrambi fuggono dalle proprie famiglie per trovare la propria strada.

Spadino (Giacomo Ferrara), viene dalla famiglia degli Anacleti e il suo destino di principe della famiglia è già deciso dal fratello Manfredi. «È un racconto di formazione» ci spiega l'attore che riprende (come Alessandro Borghi) il personaggio interpretato nel film. L'ha affrontato come «Un personaggio nuovo. Ho avuto la possibilità di sfumarlo ancora di più, c'è stata questa cosa del ballo che l'ha caratterizzato molto. È stato un bel lavoro, molto complesso», racconta fiero.

Quello di Lele, figlio di un poliziotto che si infila negli ingranaggi della malavita romana, è un personaggio invece completamente nuovo. A interpretarlo è Eduardo Valdarnini che nelle zone di Roma frequentate da Lele è cresciuto «Non frequentando la stessa genete» precisa. Ha fatto quindi una ricerca sul campo «Erano tutte facce conosciute, facce familiari, quelle che sono descritte nel mondo di Lele».

• «Suburra - La serie», la Roma cruda di Netflix in 190 paesi

• «Suburra - La serie», intervista ad Alessandro Borghi