Home TvNews e AnticipazioniTim Roth è il serial killer John Reginald Christie su Giallo

09 Aprile 2017 | 15:32

Tim Roth è il serial killer John Reginald Christie su Giallo

In un’unica serata, domenica 9 aprile alle 21, la storia di «Rillington Place», un clamoroso errore giudiziario che fece condannare a morte un innocente

 di Daniele Ceccherini

Tim Roth è il serial killer John Reginald Christie su Giallo

In un’unica serata, domenica 9 aprile alle 21, la storia di «Rillington Place», un clamoroso errore giudiziario che fece condannare a morte un innocente

Foto: Tim Roth e Samantha Morton  - Credit: © BBC Studios e Bandit Television  

09 Aprile 2017 | 15:32 di Daniele Ceccherini

Una vicenda realmente accaduta negli anni '50, un caso giudiziario clamoroso che aprì un acceso dibattito sulla pena capitale in Inghilterra sono al centro della miniserie Rillington Place, proposta per intero, il 9 aprile su Giallo alle 21.

Il racconto parte dal 1938 quando John Reginald Christie, interpretato da Tim Roth, e sua moglie Ethel, si trasferirono al numero 10 di Rillington Place, nel quartiere londinese di Notting Hill. Timothy Evans, il loro vicino di casa, fu ritenuto colpevole dell’assassinio della figlia Geraldine e per questo impiccato, nonostante si fosse proclamato innocente fino alla fine.

Si credette inoltre che l’uomo fosse responsabile anche della morte della moglie Beryl. Anni dopo, si scoprì che l’omicida era invece Reginald Christie, testimone chiave dell’accusa.

Raccontata dai punti di vista di Ethel, Timothy e dello stesso Christie, la miniserie esplora i lati più oscuri di un uomo che, dietro la facciata rispettabile, nascose per anni la sua natura di killer: uccise, oltre a Geraldine, Beryl, sua moglie e almeno altre sei donne.

La miniserie ha avuto ottime recensioni, il Mirror scrive: “il John Christie interpretato da Tim Roth è la cosa più agghiacciante che si sia vista in tv da anni”.