08 Settembre 2013 | 06:21

Pechino Express, otto coppie senza paura nel reality di Rai2. Le schede

La seconda edizione parte domenica 8 settembre e prosegue lunedì 9. Ecco le schede delle otto coppie in gara quest'anno...

 di

Pechino Express, otto coppie senza paura nel reality di Rai2. Le schede

La seconda edizione parte domenica 8 settembre e prosegue lunedì 9. Ecco le schede delle otto coppie in gara quest'anno...

08 Settembre 2013 | 06:21 di

L’anno scorso Costantino Della Gherardesca aveva partecipato a quello che viene chiamato «adventure reality» (una gara avventurosa ai limiti dell’estremo) con il nipote Barù. Tra mille difficoltà, si era beccato pure la scabbia e a un certo punto, confessa, aveva pensato di mollare. E invece lui e Barù erano arrivati fino al termine del massacrante programma di Rai2 classificandosi terzi. L’anno scorso alla conduzione di «Pechino Express» c’era Emanuele Filiberto e ora c’è proprio lui, Costantino Della Gherardesca. La seconda edizione parte domenica 8 settembre e prosegue lunedì 9.

Scusi, ma prendono solo nobili?
«Con la differenza che lui è monarchico e io repubblicano. In compenso in questa edizione abbiamo la marchesa che è una monarchica convinta e vorrebbe essere la regina d’Italia».

Conosceva i concorrenti?
«Nessuno, ma le modelle erano grandi fan del programma, come sfondo del telefonino avevano la mia foto nudo nella tinozza nella scorsa edizione…».

I più intraprendenti tra i concorrenti di questa seconda edizione?
«Le modelle sono assatanate, Sakara è fortissimo e Ciavarro figlio molto sveglio».

I più sorprendenti?
«Corinne Clery e il fidanzato sono attrezzati per vincere. Corinne può “uccidere”…».

Ha dato consigli ai concorrenti?
«Consigli medici: prendere medicine anche facoltative, olii per le zanzare, acqua in bottiglia, niente sushi. Sono posti pericolosissimi».

Costantino conduttore: ma è diventato serio?
«Ho fatto Maga Maghella, l’omosessuologo, la guardia svizzera: intrattenimento, insomma. Molti in tv pensano di fare cose importanti, ma il pubblico vuole divertirsi…».