08 Ottobre 2017 | 12:01

Tale e Quale Show 2017: terza puntata. Esibizioni in classifica

La puntata del 7 ottobre è vinta da Filippo Bisciglia. Ecco le nostre imitazioni preferite.

 di Alessandro Alicandri

Tale e Quale Show 2017: terza puntata. Esibizioni in classifica

La puntata del 7 ottobre è vinta da Filippo Bisciglia. Ecco le nostre imitazioni preferite.

08 Ottobre 2017 | 12:01 di Alessandro Alicandri

Eccoci tornati (eccezionalmente di sabato) su Raiuno con «Tale e Quale Show»! Abbiamo visto la terza puntata della settima edizione, in onda il 7 ottobre 2017. Carlo Conti e la giuria formata da Loretta Goggi, Enrico Montesano e Christian De Sica (con ospite speciale Ambra Angiolini) hanno valutato un cast di grande talento con le loro imitazioni

Abbiamo ordinato gli artisti in ordine di gradimento, segnalando quali personaggi hanno rappresentato e quali brani hanno cantato. La vittoria della terza puntata è andata a Filippo Bisciglia. Ecco la nostra classifica.

Nella quarta puntata

Federico Angelucci - Lucio Battisti // Piero Mazzocchetti  -  Elton John // Valeria Altobelli - Fiorella Mannoia // Filippo Bisciglia - Eros Ramazzotti // Claudio Lippi - Toto Cutugno // Platinette - Boy George // Alessia Macari - Heather Parisi // Donatella Rettore - Ornella Vanoni // Benedetta Mazza - Gloria Gaynor // Marco Carta - Michele Zarrillo // Edy Angelillo - Trio Lescano // Annalisa Minetti - LP

Le pagelle della terza puntata

Dodicesimo posto
Valeria Altobelli è Donatella Rettore. Canta: "Il cobra"
Imitare la Rettore è sostanzialmente impossibile. E Valeria, che ancora non è riuscita a trovare imitazioni di rilievo per lei, anche questa volta scivola in un accenno di personaggio, troppo abbozzato e troppo poco Rettore. Manca la follia.

Undicesimo posto
Marco Carta è Bon Jovi. Canta: "It's my life"
Il problema di questa imitazione è nell'energia della voce. Bon Jovi è esplosivo, energico, rumoroso. Marco ha tirato il freno a mano. La somiglianza era poca, visto che i modi dell'artista sono notoriamente più rudi, più (per così dire) aggressivi. Peccato.

Decimo posto
Platinette è Iva Zanicchi. Canta: "Testarda io (la mia solitudine)"
Una bellissima esibizione... di Platinette. Ci sono davvero pochi punti di contatto con l'originale, l'imitazione questa volta non è riuscita. Peccato perché l'abbinamento prometteva benissimo.

Nono posto
Edy Angelillo è Donna Summer. Canta: "Love to love you baby"
Se la missione era essere suadente e un po' femme fatale, Edy non è riuscita in questa edizione sufficiente, senza particolari problemi, ma davvero poco accattivante emotivamente. Manca il divertimento e la leggerezza dell'originale.

Ottavo posto
Alessia Macari è Jennifer Lopez. Canta: "Let's get loud"
Brava, bellissima. Ma non ha raccolto il personaggio. Jennifer Lopez ha la capacità di essere esplosiva nel suo essere (per assurdo) molto controllata, quasi un po' robotica. Lei si è lasciata troppo andare dando un po' quella sensazione di "bambolona" che è ben distante dal modo di essere e di fare sul palco della Lopez. Rivogliamo l'Alessia della prima puntata.

Settimo posto
Benedetta Mazza è Lorella Cuccarini. Canta: "La notte vola"
C'è un grande errore nell'esibizione (discreta) di Benedetta Mazza, aver portato una Cuccarini con un accento di sensualità sulla quale la Cuccarini non ha mai posto l'accento o almeno non lo faceva in questa famosa sigla. Meglio di altre settimane, ma c'è ancora molto lavoro da fare, sembra ancora troppo rigida.

Sesto posto
Annalisa Minetti è Chiara. Canta: "Straordinario"
Difficilissimo, come sottolineava Ambra Angiolini, "coprire" la voce di Annalisa per trasformarsi in un'altra grande voce, ma molto diversa. Soprattutto all'inizio c'è stato qualche problema, ma ha recuperato alla grande. Brava, ma da Annalisa ci aspettiamo molto di più.

Quinto posto
Federico Angelucci è Mika. Canta: "Grace Kelly"
Ottime le movenze, inizio perfetto. Si è un po' perso nella vocalità (per alcuni evidenti problemi tecnici). La voce di Mika, una volta imitata, può facilmente sforare nella parodia. La sua sembrava un po' una parodia.

Quarto posto
Claudio Lippi è Amanda Lear. Canta: "Tomorrow"
Che forza! È riuscito a portare (non mi è chiaro se volontariamente o meno) quello stesso atteggiamento un po' provocatorio, un po' fuori dalle regole, un po' "non mi interessa". Esibizione molto divertente, con una somiglianza anche vocale davvero buona. Bene così.

Terzo posto
Piero Mazzocchetti è Roby Facchinetti. Canta: "La donna del mio amico"
È da considerarsi questa la prima vera (grande) esibizione di Mazzocchetti. Un'imitazione curata nei dettagli, vocalmente interessante: c'è tutto, anche una somiglianza notevole. Speriamo che abbia ingranato e continui così.

Secondo posto
Filippo Bisciglia è Franco Califano. Canta: "Minuetto"
Ci sono alcune imitazioni che scavalcano il concetto di somiglianza estetica o di pertinenza vocale. Rievocano il personaggio imitato con emozione. Filippo ci è riuscito con una maestria unica. Bravissimo.

Primo posto
Donatella Rettore è Gabriella Ferri. Canta: "Sempre"
C'è una cosa che Gabriella Ferri e pochi altri artisti sanno fare come ha saputo portare in scena la Rettore: generare l'incanto con la sua voce. L'artista ha abbracciato profondamente questo personaggio regalandoci un'esibizione ipnotica, sofferta, cantata di pancia e di cuore. Rettore è stata (ancora una volta) stupenda.