16 Maggio 2017 | 18:00

«Caduta libera»: la botola, il regolamento e come partecipare

Gerry Scotti è tornato con il suo show preserale campione d'ascolti. Ecco tutte le informazioni sul programma e sulla misteriosa botola dove cadono i concorrenti

 di Giacomo Bernardi

«Caduta libera»: la botola, il regolamento e come partecipare

Gerry Scotti è tornato con il suo show preserale campione d'ascolti. Ecco tutte le informazioni sul programma e sulla misteriosa botola dove cadono i concorrenti

Foto: Gerry Scotti nello studio di "Caduta Libera"  - Credit: © Mediaset

16 Maggio 2017 | 18:00 di Giacomo Bernardi

Il protagonista della fascia preserale di Canale 5 è di nuovo lo zio più amato della tv italiana, Gerry Scotti. Il conduttore è tornato in onda con l’attesissima quarta stagione di «Caduta Libera» e i riscontri di pubblico sono, come sempre, positivi. Il meccanismo, ormai collaudato, è sempre lo stesso: ogni puntata prevede un concorrente (il campione delle serate precedenti) al centro di una pedana. Intorno a lui dieci sfidanti agguerriti, posizionati sopra una botola. Il campione sceglie man mano gli sfidanti con cui va a scontrarsi a suon di domande di cultura generale. Ogni concorrente ha 30 secondi e un numero illimitato di tentativi a disposizione per dare la risposta corretta, di cui si vedono inizialmente già alcune lettere.


La Botola

Qualora la risposta sia errata o non pervenuta, la tanto temuta botola si aprirà sotto i piedi dei concorrenti, che precipiteranno inesorabilmente, per una caduta di circa tre metri. Tranquilli, nessuno si fa male. Gli eliminati cadono su un materiale morbidissimo, quasi gommoso, e vengono prontamente estratti dagli addetti alla sicurezza del programma. Inoltre, ogni concorrente, prima della registrazione, viene sottoposto ad una prova e istruito da uno stuntman. Insomma, nessun pericolo. O quasi.

Noi l'abbiamo provata: guardate il video!

Al termine della prima fase del gioco, il concorrente che ha sconfitto gli altri, meritandosi la pedana centrale, ha il diritto di giocarsi il montepremi conquistato (ogni sfidante eliminato lascia in dote al campione una cifra più o meno cospicua). Sono i famosi ’10 passi’: dieci quesiti di difficoltà spesso elevata a cui il campione è chiamato a rispondere correttamente in soli tre minuti. Per questa quarta edizione, inoltre, il montepremi massimo ammonta a 500.000, contro i 300.000 delle passate edizioni. E non è l’unica novità.

Il concorrente centrale dispone come sempre di tre vite bonus, ma da quest’anno la faccenda si complica anche per i campioni. All’ultima sfida, quella precedente ai ’10 passi’, ogni vantaggio viene infatti azzerato. L’ultimo sfidante se la gioca ad armi pari, acquisendo di diritto lo stesso numero di vite (possibilità di errore) del campione. Un finale al cardiopalma, quindi, prima delle ultime fatidiche dieci domande che tengono incollati agli schermi milioni di italiani ogni sera. E tutti tifano per la vittoria del campione. Già, perché guardando Caduta Libera il pubblico si unisce, come una grande famiglia. C’è aria di casa. E’ come andare a trovare lo zio preferito, quello saggio e simpatico che abita in campagna. Lo zio Gerry, appunto.

Come partecipare

Per partecipare come concorrenti a «Caduta Libera», oltre ad essere preparati culturalmente, è necessario rispondere anche a determinate caratteristiche fisiche. Per esempio, il peso non deve essere superiore ai 100 kg e l'età massima consentita è di 55 anni. Non sono ammessi, inoltre, partecipanti con problemi al cuore e alla schiena. Alle donne non è invece consentito indossare tacchi, ma soltanto scarpe da ginnastica o ballerine.

Se siete in possesso di questi requisiti, partecipare ai casting è molto semplice: come ricorda spesso lo stesso Gerry durante la trasmissione, basta chiamare il numero 02.899.198.28 e seguire le indicazioni.