15 Settembre 2017 | 16:36

«I fatti vostri», dietro le quinte con Giancarlo Magalli e un nuovo cast

Siamo andati a vedere i preparativi del programma di Rai2, ci attende un'edizione più tranquilla?

 di Giusy Cascio

«I fatti vostri», dietro le quinte con Giancarlo Magalli e un nuovo cast

Siamo andati a vedere i preparativi del programma di Rai2, ci attende un'edizione più tranquilla?

Foto: Giancarlo Magalli

15 Settembre 2017 | 16:36 di Giusy Cascio

Già assistere alle prove di «I fatti vostri» è uno spasso. La squadra capitanata dal regista Michele Guardì è in fermento perché bisogna mettere a punto gli ultimi dettagli dello storico programma del mezzogiorno di Raidue, che riparte lunedì 18 settembre. E con la consueta voce ironica del «Comitato» che siamo abituati a sentire in diretta, Guardì dà le sue direttive. «Mimma, ti piace così la Piazza?» chiede il regista alla signora Aliffi, la scenografa, commentando il maxischermo nuovo di zecca che mostra il panorama di una città di mare. «Alzate la saracinesca, sennò provo sgomento» scherza il regista, indicando un’altra novità dello studio: il centro commerciale dove si svolgerà il «Gioco degli scontrini», ricco di premi appetitosi per il pubblico che telefonerà da casa, ma anche di possibili amare sorprese. Ricordate i vasi cinesi di qualche stagione fa? Ebbene, ritornano! Non rivedremo invece Adriana Volpe, migrata a «Mezzogiorno in famiglia» dopo i frequenti litigi con il conduttore e sostituita da Laura Lena Forgia; e nemmeno Marcello Cirillo, uscito dal programma tra le polemiche. Al suo posto entra Giò Di Tonno per la parte musicale. Cast rinnovato per amore della pace? «Quest’anno andremo tutti d’accordo» giura Magalli. Manterrà la promessa?

• Il cast de «I fatti vostri»: «Basta litigi, le nostre strade si separano qui»

Il conduttore festeggia 40 anni di carriera in tv

Quando si parla di Magalli, Guardì è «guardingo»: «Per precauzione abbiamo tolto gli specchi nel suo camerino, in modo tale che quest’anno non possa litigare proprio con nessuno, nemmeno con se stesso» scherza il regista. E Magalli la prende bonariamente, pacioso: «Quel camerino apparteneva ad Aldo Fabrizi, io lo occupo indegnamente» ribatte il conduttore, che nel 2017 festeggia 40 anni dal suo esordio in tv in una rete locale di Roma. In quanto ai nuovi ingressi nel cast sembra tutto sotto controllo. «Laura è bella, intelligente, simpatica e, contrariamente a qualcun altro... non pensa di sapere già tutto e si lascia guidare. Con lei e gli altri nuovi compagni di avventura c’è entusiasmo, adrenalina e una grandissima voglia di andare d’accordo».

Addio volpe! al suo posto la laureata

Fisico mozzafiato, sorriso smagliante. Ma non solo per queste doti sostituisce Adriana Volpe, uscita di scena dopo una stagione infuocata di polemiche e litigi. Laura Lena Forgia, ex professoressa de «L’eredità» di Carlo Conti ed ex concorrente di «Pechino Express», è laureata in Biotecnologie mediche e diplomata in clarinetto al Conservatorio. Ha una tenacia legata al secondo nome, a cui tiene molto: «Lena è una guerriera vichinga» svela. «L’ho scoperto grazie a mia madre, di origini svedesi».

• Nel cast de «I Fatti Vostri» arriva la biondissima Laura Forgia

Arriva il prof che a 11 anni era pazzo di Alice Kessler

Tra le novità della prossima edizione di «I fatti vostri» c’è il Circolo di Conversazione arredato con un divano e una poltroncina bianchi. Ospiterà il professor Umberto Broccoli, che lascia «Unomattina» per entrare a fare parte del cast. «Mi ha chiamato Guardì, dicendomi: “Fai quello che fai, come lo fai”. Insomma, sarò libero di scegliere i temi e di raccontarli a modo mio: parlerò della storia del Paese attraverso le canzoni, il teatro, il cinema e la tv». Una curiosità: Broccoli, archeologo e figlio del celebre autore televisivo Bruno, entrò per la prima volta nel mitico Studio 1 di via Teulada, a Roma, da dove viene trasmesso «I fatti vostri» quando era bambino: «Avevo 11 anni, mio padre mi ci portò per farmi conoscere Alice Kessler, avevo una cotta per lei» ricorda il professore.

Via lo «storico» Marcello tocca al re di sanremo 2008

Marcello Cirillo, che nella scorsa edizione ebbe un battibecco con Magalli, non ci sarà. Al  suo posto arriva Giò Di Tonno, vincitore di Sanremo nel 2008 con Lola Ponce, che abbiamo rivisto a «Tale e quale show». Con il regista Guardì si conoscevano già: «Interpretavo don Rodrigo nel suo musical “I promessi sposi”» dice Giò. Che avverte: «Mostrerò un lato giocoso del mio carattere, entrerò in punta di piedi, ma, di certo, non mi farò mettere i piedi in testa...».

Il regista col pennarello blu

Michele Guardì firma il programma con le autrici Giovanna Flora e Rory Zamponi dal 1990. «Sono passati 27 anni e sembra ieri» dice il regista, che è un fiume in piena tra ricordi e nuovi progetti. «Lavoro dal primo giorno sempre nello stesso modo: faccio uno schizzo dello studio con un pennarello blu su un foglio bianco (lo vedete qui sotto, ndr) e con tutta la squadra ci lavoriamo su». Per la prossima settimana sarà tutto pronto. O quasi... «Il programma segue l’evoluzione della società. Per questo stiamo creando una nuova scenografia con un centro commerciale in cui sarà ambientato il gioco a premi per il pubblico da casa. Riesumeremo gli orridi vasi cinesi di qualche stagione fa, per ridere un po’, ma il super premio vale 10 mila euro». Sorprese anche nell’edicola in piazza. «La rassegna stampa si trasformerà in un editoriale, a cura di personalità di spicco del giornalismo e della cultura» anticipa Guardì. «Un nome che vorrei? Lucia Annunziata».