07 Gennaio 2011 | 09:04

Pupo ed Emanuele Filiberto: Ci sembra di essere a Canzonissima

Ricreare un grande varietà. È questa l’ambizione principale della «triade» formata da Pupo, Emanuele Filiberto e Valeria Marini, che dal 7 gennaio, per otto puntate, si ripropone su Raiuno in prima serata con «I Raccomandati». «Ho curato questo progetto in ogni minimo dettaglio» racconta Pupo, che ha raccolto il testimone di Carlo Conti nel 2009...

 di

Pupo ed Emanuele Filiberto: Ci sembra di essere a Canzonissima

Ricreare un grande varietà. È questa l’ambizione principale della «triade» formata da Pupo, Emanuele Filiberto e Valeria Marini, che dal 7 gennaio, per otto puntate, si ripropone su Raiuno in prima serata con «I Raccomandati». «Ho curato questo progetto in ogni minimo dettaglio» racconta Pupo, che ha raccolto il testimone di Carlo Conti nel 2009...

07 Gennaio 2011 | 09:04 di

Emanuele Filiberto di Savoia e Pupo

Ricreare un grande varietà. È questa l’ambizione principale della «triade» formata da Pupo, Emanuele Filiberto e Valeria Marini, che dal 7 gennaio, per otto puntate, si ripropone su Raiuno in prima serata con «I Raccomandati».
«Ho curato questo progetto in ogni minimo dettaglio» racconta Pupo, che ha raccolto il testimone di Carlo Conti nel 2009. Partito con il 19,25% di share e 4.747.000 spettatori, in due edizioni ha portato lo show al 24,19% (5.874.000 spettatori). «La mia ambizione sarebbe quella di far rivivere, in un certo modo, lo spirito di “Canzonissima”» spiega il conduttore. «L’edizione 2011, infatti, ha una formula completamente rinnovata. Ho convinto otto vip, Marcella Bella, Orietta Berti, Riccardo Fogli, Fausto Leali, Mal, Nina Moric, i Neri per Caso e Manuela Villa, a mettersi in gioco realmente. Ognuno di loro sarà il padrino di un concorrente e insieme si esibiranno in un medley di famosi brani. A ogni puntata un padrino sarà eliminato da una giuria di esperti e gli subentrerà un altro vip. Scegliere il giusto concorrente da raccomandare diventa quindi fondamentale per la permanenza in trasmissione dei padrini. Alla settima puntata, infine, ripescheremo i vip eliminati. Non è stato facile convincere i colleghi a mettersi in gioco, ma ce l’abbiamo fatta».
L’accoppiata Pupo-Emanuele Filiberto, seppur riconfermata, è in un certo senso anch’essa una novità: «Già, avevamo annunciato che la nostra esperienza in coppia si era conclusa» spiega Emanuele Filiberto «ma la verità è che siamo rimasti molto legati. Ci sentivamo tutte le settimane ed erano grandi risate. Abbiamo capito che questo nostro spirito, la grande amicizia che si è instaurata tra noi, non avrebbe potuto che far bene al programma. E allora eccoci qui, di nuovo insieme».
Altra conferma importante è quella di Valeria Marini, che avrà il compito di girare la penisola in cerca dei suoi «raccomandati d’Italia»: «Lei è una che ti fa sempre tribolare» confessa Pupo. «Poi le cose le fa e pure alla grande». «In realtà lo scorso anno non ero affatto convinta del mio ruolo» ammette Valeria. «Non mi sembrava una cosa giusta per me. Poi, invece, ho capito che Enzo (Ghinazzi, ovvero Pupo, ndr) aveva avuto una grande idea. Quando arrivo nei paesi si ferma tutto: trovo la banda musicale ad attendermi e un entusiasmo incredibile». «Già, quando arriva la Marini, nei paesini è come se apparisse la Madonna» scherza Emanuele Filiberto.
Unica assente del cast dello scorso anno Georgia Luzi, rimpiazzata da Debora Salvalaggio. «Non mi piace definirla valletta» spiega Pupo «ma avrà dei piccoli ruoli giusti per una ragazza che si affaccia adesso a un grande show. E poi, diciamolo, chi meglio di lei, che è la fidanzata del produttore (Daniele Di Lorenzo, ndr), poteva stare a “I Raccomandati”?». n