Home TvReality e talentFilippo Bisciglia e Temptation Island: «Anche stavolta l’amore ha vinto su tutto»

03 Agosto 2017 | 11:16

Filippo Bisciglia e Temptation Island: «Anche stavolta l’amore ha vinto su tutto»

Il conduttore ci racconta il suo reality che ha sbancato l’Auditel (e conquistato i social) toccando i quattro milioni di telespettatori

 di Giusy Cascio

Foto: Filippo Bisciglia. Romano, ex concorrente del «Grande Fratello», ha condotto quattro volte il reality

Omnia vincit amor. Lo diceva il poeta latino Virgilio: l’amore vince tutto. «Stavolta ha davvero trionfato» sottolinea Filippo Bisciglia, il conduttore di «Temptation Island» che in questa quarta edizione si è rivelato il programma estivo di Canale 5 campione d’ascolti, toccando i quattro milioni di telespettatori. E il presentatore, ex concorrente del «Grande fratello», si è confermato gran cerimoniere della trasmissione: «un viaggio nei sentimenti», attraverso il racconto delle storie d’amore contrastate e avvincenti di sei coppie di fidanzati.

Bilancio positivo

Filippo, qual è il suo bilancio di questa edizione?
«Sono strafelice, ringrazio Sorrisi».
Perché, che merito abbiamo noi?
«Siete stati il primo giornale a intervistarmi all’inizio del programma e subito dopo, alla fine. Sorrisi porta bene: ci tengo a precisarlo, perché è una tradizione, sono molto scaramantico».
Ha dei rituali portafortuna?
«Sì, tengo sempre in tasca lo stesso accendino, indosso lo stesso tipo di biancheria intima, uso la stessa lacca per i capelli... Sono “malato” (ride)».
Cosa ha funzionato di più nel percorso delle coppie?
«L’esperienza: ognuno ha imparato qualcosa. I fidanzati partivano con un ostacolo da superare, ma poi con i falò, i confronti e le mie interviste a casa hanno scoperto che, in fondo, a minacciare la relazione c’era dell’altro. Tutte e sei le coppie oggi stanno insieme e stanno lavorando sugli aspetti da migliorare».
Per esempio?
«Antonio e Veronica sono entrati perché lei doveva capire quanto pesasse il passato di lui, padre di due figli da due relazioni diverse. Poi invece il problema si è rivelato un altro: la tentatrice Jessica, il terzo incomodo. C’è stato un falò tremendo, in cui le cose sembravano precipitare. Invece adesso sono uniti, il padre di lei finalmente ha accettato la loro relazione».

Le coppie

Procediamo con ordine: Riccardo e Camilla sono stati i primi a uscire dal programma. Ora come va?
«Loro sono la classica coppia di ragazzi di oggi. Litigano per cose futili. Sono arrivati gelosissimi e... sono più gelosi di prima! Lui vorrebbe sposarsela subito, io ho provato a frenarli: “Aspettate, è troppo presto, non fate le cose di fretta”. Ma sono giovani, è giusto che vivano il momento».
Dopo i brutti momenti passati a causa delle tentazioni di Carmen, Alessio e Valeria sono cambiati?
«Sì, come coppia sono più solidi perché si impegnano a dirsi le cose, puntano sul dialogo».
Quelli che non se le sono mandati a dire sono stati Nicola e Sara...
«Il “Ti ho cresciuta io” di Nicola sui social è diventato un tormentone. Al pubblico dei social è sembrato maschilista. Ma lui è un buono. E Sara, la sua “bambina”, lo sa».

Il successo sui social

A proposito di social network...Anche lì è stato un successo.
«Più di 25 milioni di visualizzazioni dei video su Facebook, 700 mila tweet. Incredibile. Pensavo di pubblicare una storia di ringraziamento su Instagram. Lo farò al più presto».
Qualcuno ha scritto che lei è stato una specie di terapeuta per le coppie.
«Ormai so come muovermi, anche solo con le espressioni del viso, con i gesti. Se inarco in avanti le spalle, i fidanzati iniziano a confidarsi. Se arretro con il corpo, riflettono. Ho imparato studiando dalla “capa”, Maria De Filippi. Lei è maestra di tutto, dalla scelta del cast alla comunicazione».
Una scelta molto azzeccata nel cast sono stati Francesco e Selvaggia, non crede?
«Ammazza! Parlo in romanesco perché, da romano, mi sono immedesimato. Litigano, si insultano, si commuovono, ma alla fine fanno pace. Sono arrivati a un punto in cui o “quagliano”, o basta. Comunque, non ho mai riso tanto in vita mia come con Francesco. Se si fosse fatto “Mai dire... Temptation Island”, avremmo vinto l’Oscar (ride)».
Ci sveli qualcosa di Francesco che non abbiamo visto in tv.
«La sera faceva le valigie e le chiudeva a chiave. Aveva paura che gli rubassero le cose. Fa certe facce... Dovevate vederlo quando gli ho detto che tutta Italia lo chiama “lenticchio”».
Sui soprannomi si è giocato molto. Dal «ciuffettino» (il single Andrea) ai «polli» Ruben e Francesca. Alla fine hanno messo su un pollaio?
«Sì, confermo: stanno insieme. Lei ha spinto tantissimo per tornare con lui. Si è resa conto di averlo trattato male, ha capito che non è un “bambascione”, ma proprio l’uomo che ama».
Ruben intanto è diventato super popolare. Gira voce che farà il postino a «C’è posta per te».
«Lo vedrei bene, ma per le storie allegre».

Il futuro

Invece, se le proponessero di partecipare a una versione vip di «Temptation Island» accetterebbe?
«Io? Come concorrente? No, no».
Però sarà nel cast di «Tale e quale show», vero?
«Mi hanno chiamato, è vero. Il provino l’ho fatto ed è andato bene. Spero che mi prendano! La mia famiglia è originaria di Firenze e i miei parenti sono tutti fan di Carlo Conti».

Il racconto della quarta edizione di Temptation Island

Prima puntata: conosciamo le coppie

Seconda puntata: Camilla e Riccardo vanno via insieme

Terza puntata: i sentimenti diventano contrastati

Quarta puntata: Ruben lascia Francesca

Quinta puntata: Sara va via senza Nicola ma...

Sesta puntata: l'amore trionfa, lieto fine per tutti