Home TvReality e talentRuben di Temptation Island: la rivincita del NERD

21 Luglio 2017 | 14:00

Ruben di Temptation Island: la rivincita del NERD

Ecco chi è il fidanzato più popolare del reality presentato da Filippo Bisciglia su Canale 5

 di Solange Savagnone

Nel reality di Canale 5 presentato da Filippo Bisciglia non ci sono vincitori o vinti. A trionfare o a uscire sconfitto è solo l’amore. Detto questo, a due puntate dal gran finale il pubblico di «Temptation Island» ha già incoronato Ruben, che partecipa al programma con la fidanzata Francesca, conosciuta due anni e quattro mesi fa in discoteca. Ebbene, mentre questo classico bravo ragazzo dimostra di essere seriamente innamorato, lei non perde occasione per dirsi insoddisfatta del loro rapporto. Gli dà dell’inetto, del fallito, dell’uomo senza ambizioni, del «nerd» insomma. Proprio non riesce a capire ciò che prova davvero per lui. Nel resort sardo dove si gira il reality e a casa, invece, l’hanno capito tutti. «Meriti di meglio» gli dicono in coro gli altri fidanzati davanti all’ennesimo video in cui lei lo critica duramente. Tanto che il gruppo ha chiesto aiuto a Filippo Bisciglia per farla ingelosire. Risultato: è entrata in gioco un’attrice che finge di essersi innamorata di Ruben. Lui intanto ha cambiato taglio di capelli, modo di vestire e sta cercando di rimettersi in forma (salvo collassare dopo dieci minuti di allenamento!).

Ma chi è questo ragazzo dalla faccia pulita che sogna di avere una bambina dal suo amore? Ha 26 anni, è alto 178 centimetri, è impiegato in un’azienda di Bergamo che produce caschi per moto (si occupa del controllo qualità) ma sta pensando di iscriversi all’università. Con la fidanzata convive soltanto nei weekend, nel bilocale che ha preso in affitto vicino alla villetta dei genitori di lei. Gioca a calcio, è tifoso dell’Inter, ascolta il rapper Marracash e, stando alle foto pubblicate su Instagram, ama lanciarsi col paracadute. Forse per questo Ruben si è messo in gioco così: per dimostrare alla fidanzata che è lui l’uomo della sua vita. Chissà come finirà.

La sua metamorfosi in tre mosse

Stufo delle continue critiche della fidanzata, Ruben ha chiesto agli altri ragazzi di aiutarlo a rivoluzionare la propria immagine. Così, prima ha cambiato pettinatura, poi stile nel vestire e infine con il personal trainer Francesco
ha iniziato un programma di allenamento. Servirà per fare capire a Francesca quanto vale il suo uomo?

La parola nerd

Il termine NERD pare derivi dal nome di un animale immaginario apparso in un libro per ragazzi del 1950 («If I ran the zoo»), ma potrebbe essere anche l’acronimo di Northern Electric Research and Development, azienda in cui gli impiegati avevano degli astucci da tasca con la sigla N.E.R.D. stampata sopra. Una terza teoria sostiene che derivi dalla parola drunk («ubriaco» in inglese) invertita in «knurd» e usata per definire chi non beve in gruppo. All’inizio aveva una connotazione solo negativa, poi è cambiata in parte per merito della commedia «La rivincita dei nerds» del 1984, che racconta di un gruppo di studenti emarginati perché goffi nonostante gli ottimi voti. Ma è negli Anni 90, grazie al boom dell’informatica, che «nerd» si cominciano a definire quei secchioni che grazie ai computer riuscivano ad avere successo. Primo fra tutti, Bill Gates, fondatore di Microsoft.