16 Febbraio 2009 | 10:46

La crisi si fa sentire anche all’Ariston

Sono finiti gli anni d’oro. La crisi tocca da vicino anche Sanremo e la rassegna canora. Per la prima volta nella storia del Festival, infatti, sono state cancellate le prove domenicali per ottimizzare i costi e non dover pagare il giorno festivo. La città non è stata presa d’assalto dagli addetti ai lavori come accadeva […]

 di

La crisi si fa sentire anche all’Ariston

Sono finiti gli anni d’oro. La crisi tocca da vicino anche Sanremo e la rassegna canora. Per la prima volta nella storia del Festival, infatti, sono state cancellate le prove domenicali per ottimizzare i costi e non dover pagare il giorno festivo. La città non è stata presa d’assalto dagli addetti ai lavori come accadeva […]

Foto: [caption id="attachment_23695" align="aligncenter" width="250" caption="Teatro Ariston di Sanremo"]Teatro Ariston di Sanremo[/caption] Sono finiti gli anni d'oro. La crisi tocca da vicino anche Sanremo e la rassegna canora. Per la prima volta nella storia del Festival, infatti, sono state cancellate le prove domenicali per ottimizzare i costi e non dover pagare il giorno festivo. La città non è stata presa d'assalto dagli addetti ai lavori come accadeva in passato. Gli artisti hanno disertato gli hotel di lusso per sistemazioni più economiche. E persino la sala stampa del Teatro Ariston risulta meno affollata essendo stato ridotto in misura drastica il numero dei giornalisti e delle testate accreditate. La stessa Rai, avendo il budget limitato a causa delle minori entrate pubblicitarie, ha ridotto gli straordinari neo giorni feriali e i giorni di traferta per il personale.

16 Febbraio 2009 | 10:46 di

Teatro Ariston di Sanremo
Teatro Ariston di Sanremo

Sono finiti gli anni d’oro. La crisi tocca da vicino anche Sanremo e la rassegna canora. Per la prima volta nella storia del Festival, infatti, sono state cancellate le prove domenicali per ottimizzare i costi e non dover pagare il giorno festivo. La città non è stata presa d’assalto dagli addetti ai lavori come accadeva in passato. Gli artisti hanno disertato gli hotel di lusso per sistemazioni più economiche. E persino la sala stampa del Teatro Ariston risulta meno affollata essendo stato ridotto in misura drastica il numero dei giornalisti e delle testate accreditate. La stessa Rai, avendo il budget limitato a causa delle minori entrate pubblicitarie, ha ridotto gli straordinari neo giorni feriali e i giorni di traferta per il personale.