01 Settembre 2017 | 09:42

True Detective tornerà: ecco dove sarà ambientata la terza stagione

Il protagonista dei nuovi episodi sarà Mahershala Ali, premio Oscar per «Moonlight»

 di Francesco Chignola

True Detective tornerà: ecco dove sarà ambientata la terza stagione

Il protagonista dei nuovi episodi sarà Mahershala Ali, premio Oscar per «Moonlight»

Foto: Mahershala Ali con il suo Oscar  - Credit: © Getty

01 Settembre 2017 | 09:42 di Francesco Chignola

Tra gli appassionati di serie tv la domanda serpeggiava da tempo: si farà o no la terza stagione di «True detective»? E se sì, dove sarà ambientata?

La serie antologica di Nic Pizzolatto, infatti, si era spostata dalla Louisiana della prima annata alla California della seconda. Ma il minore impatto di quest'ultima stagione presso la critica per qualche tempo aveva fatto sospettare una possibile (per quanto improbabile) sparizione della serie.

Lo scorso luglio, invece, la Hbo ha annunciato la presenza di Mahershala Ali (premio Oscar per «Moonlight») come protagonista di un'eventuale terza stagione. A cui è stato dato il «semaforo verde» poche ore fa: insomma, la vedremo, è ufficiale.

Sono stati diffusi, inoltre, anche i primi dettagli sui nuovi episodi, in cui è confermato Mahershala Ali come protagonista. Il nuovo ingresso è quello di Jeremy Saulnier, che affiancherà Pizzolatto alla regia: per l'ideatore e sceneggiatore della serie si tratta di un debutto dietro la macchina da presa.

Ma veniamo alla domanda che i fan della serie si fanno da tempo: dove sarà ambientata? La risposta è: l'altopiano d'Ozark, negli Stati Uniti centrali, una regione ruvida e inospitale che è stata già il set di un film come «Winter's bone» e della serie di Netflix «Ozark».

La stagione racconterà la storia di «un macabro crimine e di un mistero che si sviluppa attraverso i decenni raccontato in tre differenti periodi di tempo». Ali interpreterà «Wayne Hays, un detective della Polizia di Stato dell'Arkansas nord-occidentale».

Pizzolatto sta scrivendo personalmente le sceneggiature di tutti gli episodi, tranne uno in cui è stato affiancato da David Milch, creatore dell'acclamata serie «Deadwood».