03 Ottobre 2011 | 09:28

Tessa Gelisio è la nuova padrona di casa di «Cotto e mangiato»

Sta ricevendo più richieste di interviste per un minuto e mezzo ai fornelli di casa propria che per un’ora e mezzo di servizi in giro per l’Italia con tanto di missioni subacquee. D’altronde i 90 secondi in questione sono quelli di «Cotto e mangiato», che Tessa Gelisio condurrà dal 3 ottobre all’interno del tg di Italia 1, nello spazio occupato fino all’estate scorsa da Benedetta Parodi. E la conduttrice di «Pianeta mare» («Programma di Rete4 che non lascerò») sa di aver conquistato un posto che faceva gola a varie altre colleghe...

 di

Tessa Gelisio è la nuova padrona di casa di «Cotto e mangiato»

Sta ricevendo più richieste di interviste per un minuto e mezzo ai fornelli di casa propria che per un’ora e mezzo di servizi in giro per l’Italia con tanto di missioni subacquee. D’altronde i 90 secondi in questione sono quelli di «Cotto e mangiato», che Tessa Gelisio condurrà dal 3 ottobre all’interno del tg di Italia 1, nello spazio occupato fino all’estate scorsa da Benedetta Parodi. E la conduttrice di «Pianeta mare» («Programma di Rete4 che non lascerò») sa di aver conquistato un posto che faceva gola a varie altre colleghe...

03 Ottobre 2011 | 09:28 di

Tessa Gelisio

Sta ricevendo più richieste di interviste per un minuto e mezzo ai fornelli di casa propria che per un’ora e mezzo di servizi in giro per l’Italia con tanto di missioni subacquee. D’altronde i 90 secondi in questione sono quelli di «Cotto e mangiato», che Tessa Gelisio condurrà dal 3 ottobre all’interno del tg di Italia 1, nello spazio occupato fino all’estate scorsa da Benedetta Parodi. E la conduttrice di «Pianeta mare» («Programma di Rete4 che non lascerò») sa di aver conquistato un posto che faceva gola a varie altre colleghe.
Come ha convinto il direttore di Studio Aperto, Giovanni Toti, a scegliere proprio lei?
«Ammetto di averlo corteggiato (professionalmente) con un piatto ben studiato: gli ho preparato delle linguine con pesto alla siciliana, a base di pistacchi, a cui non si poteva resistere. Le ho ribattezzate “gli spaghetti del direttore” e potrebbero arrivare in tv tra le ricette che presenterò».
Conoscevamo grazie a «Pianeta mare» la sua anima ambientalista. Il talento da «nonna Papera» invece da dove viene?
«E’ nato grazie a mia nonna Elena che mi ha abituata a mangiare bene e fare tutto in casa: a 14 anni ho cominciato a passare tutte le domeniche da lei a imparare i segreti di pasta, pesce, pietanze. Da lì in poi ho sempre cucinato tantissimo, tutto rigorosamente “bio”, per parenti, amici e non solo. A “Pianeta mare” sono nove anni che propongo un piatto alla settimana, e molte ricette sono raccolte nei libri che ho pubblicato, tra cui “La buona ricetta” e “La cucina del mare”».
All’ora di pranzo si dovrà scegliere tra lei su Italia1, Benedetta Parodi su La7 e Antonella Clerici su Raiuno.
«Sono pronta per la guerra a mestolate! No, non è vero, non sto a pensare alla concorrenza… Comunque “Cotto e mangiato” è un format vincente perché è veloce, agile, semplice».
Due parole sulle rivali?
«Antonella Clerici è… frizzante. Benedetta Parodi è… credibile».
Come personalizzerà il nuovo «Cotto e mangiato»?
«Indicando il tempo di preparazione di ciascun piatto e quantificandone il costo. Poi darò consigli di eco-risparmio, per esempio come riutilizzare l’acqua di cottura della pasta per sgrassare i piatti sporchi. Farò anche la “cucina degli avanzi” e ricette per vegetariani, celiaci, intolleranti al lattosio».
La sua cucina di casa è molto piccola.
E’ la dimostrazione che non ci vuole chissà cosa per mettere in tavola qualcosa di buono, no?».