15 Dicembre 2011 | 09:46

Torna su Canale 5 KALISPERA, tutti da Alfonso il venerdì sera

«Il programma avrò lo stesso spirito dello scorso anno» spiega Signorini. «L'ho concepito come un momento per trasmettere serenità prima di andare a dormire, uno spazio intimo e tranquillo per ospitare di volta in volta gli amici con cui parlare. Però andando in onda in prima serata ho dovuto arricchire cast e contenuti. Ma più si avvicina la mezzanotte...»

 di

Torna su Canale 5 KALISPERA, tutti da Alfonso il venerdì sera

«Il programma avrò lo stesso spirito dello scorso anno» spiega Signorini. «L'ho concepito come un momento per trasmettere serenità prima di andare a dormire, uno spazio intimo e tranquillo per ospitare di volta in volta gli amici con cui parlare. Però andando in onda in prima serata ho dovuto arricchire cast e contenuti. Ma più si avvicina la mezzanotte...»

15 Dicembre 2011 | 09:46 di

Gruppo di famiglia in un interno. Però, che interno… E che famiglia… Per il servizio di presentazione della nuova edizione di «Kalispéra», su Canale 5 da venerdì in prima serata e in diretta dallo studio 14 di Cologno Monzese, l’atmosfera rilassata, da serata casalinga tra vecchi amici, che Alfonso Signorini dichiaratamente intende trasmettere con il suo programma, è stata ricreata qualche giorno fa in un immenso ed elegantissimo appartamento di un migliaio di metri quadrati nella zona Sempione a Milano.

Un numero incalcolabile di saloni, splendidi quadri, parquet d’epoca, boiserie, quintali di libri alle pareti… E, tra le camerette dei figli dei padroni di casa, i camerini improvvisati delle tre primedonne di «Kalispéra» edizione seconda, la già collaudata Elena Santarelli e i nuovi acquisti Melissa Satta e Pamela Prati, più quello di Margherita Antonelli, che torna nei panni della governante di casa Signorini e che, perfettamente entrata nella parte, dopo un entusiasmante giro turistico della dimora si intrattiene con le truccatrici disquisendo sulle difficoltà della moderna vita di coppia.

«Ho scelto di affiancare la Satta alla Santarelli (tra le quali in passato sembrava non correre buon sangue, ndr) perché mi stuzzicava l’idea di una sorta di “Eva contro Eva”» spiega Signorini, compiaciuto per l’aggiunta di pepe tra le quote rosa del suo programma. Le due Eve in questione, intanto, ascoltano e astutamente stanno al gioco: da un lato la Santarelli confessa di aver «già fatto scorta di antidepressivi per accettare la presenza di Melissa» e osservando l’abito cortissimo con cui la collega esce dal camerino commenta subito «ma guardate cosa non fa per attirare l’attenzione…”, mentre la Satta dice di aver «cercato nei cassetti qualche dose di veleno» ma evidentemente non ne ha trovate dato che dell’altra si limita a dire: «Elena? È bravissima a recitare e anche a ballare se la cava bene, tenuto conto che è alta 1,81 e per lei non dev’essere facile…».

Le quote rosa sono rimpinguate anche dalla presenza della «regina del varietà» Pamela Prati, con la quale l’inverno scorso il direttore di Sorrisi e Chi aveva già ballato un charleston che la soubrette orgogliosamente ricorda come «ancora cliccatissimo su YouTube», mentre si prepara a posare per le foto vaporizzando in giro vera polvere di stelle con uno spray portato da casa («Il pubblico dobbiamo farlo sognare» dice «e l’atmosfera va curata in tutti i dettagli, anche quelli che non si vedono in foto»).

«L’arricchimento del cast è dovuto anche alla promozione in prima serata» riprende Signorini. «Io avevo concepito “Kalispéra”, che in greco significa “buona sera”, come un momento per trasmettere serenità prima di andare a dormire, uno spazio intimo e tranquillo per ospitare di volta in volta amici con cui parlare, scherzare o fare riflessioni più profonde anche in veste inconsueta. Ora lo spirito rimane lo stesso, anche perché la serenità oggi è diventata un comandamento, o forse un’emergenza, tremendamente attuale, ma la collocazione in prima serata impone di arricchire l’intrattenimento, quindi ho voluto con me altri personaggi».

C’è dunque anche la comica Gabriella Germani, che tuttavia non era presente alla foto «di famiglia» davanti al camino. «E c’è l’étoile Giuseppe Picone, star internazionale del balletto.Visto che la cifra di “Kalispéra” è unire l’alto e il basso, mi piacerebbe lanciare la sfida di un “pas de trois” con Picone, Satta e Santarelli. Sarebbe una bella contaminazione di languaggi».

A proposito di linguaggi, le nuove puntate (16, 23 e 30 dicembre) vanno sì in onda in prima serata, «ma finiremo intorno a mezzanotte, cosa che ci consentirà di variare l’atmosfera e il linguaggio», sicuramente più adulto andando verso le ore piccole. Ma c’è un’altra novità sul versante comunicazione: «Siamo interattivi, sempre collegati al mondo esterno con Twitter, Facebook, Skype…».

Riempita la casella nuove tecnologie, «Kalispéra» conserva però anche la formula della coppia di inviati in carne e ossa. Parecchia carne, nel senso della ex Pupa (qua senza Secchione) ed ex Coloradina Francesca Cipriani, nuovo acquisto assieme a Marco Ceriani (in prestito da «Pomeriggio Cinque»). «Francesca è solare e stravagante» dichiara Marco, che con lei ha già svolto alcune delle missioni in esterna in onda da venerdì. «Io cerco di riportare un po’ di serietà dove lei semina scompiglio» continua Ceriani «e l’effetto è tutto da ridere». Mentre la Santarelli assicura che «Francesca è proprio così come sembra… Anche nel look: una mattina l’ho incrociata in metropolitana ed era vestita come in queste foto», Signorini la definisce «una bambola pensante», e l’ha messa alla prova con bizzarri esperimenti di”immedesimazione», facendole vivere alcune giornate «da Panicucci, da Marcuzzi e anche nei panni di un chitarrista di Vasco Rossi che recentemente e inaspettatamente ha scelto una vita da eremita».

Insomma, l’obiettivo è prima di tutto divertire e divertirsi. Cane compreso. Sì, perché nella famiglia allargata di «Kalispéra» torna anche Vespa, la golden retriever già in scena l’anno scorso. Con una sorpresa che ci presenta in anteprima Signorini togliendosi lo sfizio del colpo di gossip finale: «Ora Vespa ha un cucciolo, Samoa, che però non ha i colori della mamma. L’abbiamo lasciata forse troppo libera, nei mesi scorsi, e quella briccona è andata a innamorarsi di un pastore australiano…».

SORRISI.COM su Twitter