15 Dicembre 2010 | 00:34

Questa sera tutti da Alfonso!

«Kalispéra!» è il nuovo programma in seconda serata di Canale 5 con Signorini. Una casa dove si discute, si cucina, si raccontano storie. Con tanti ospiti, incursioni alle feste e con le gag tra una governante «comandona» e un cane che si chiama (guarda caso) Vespa! Con il direttore di «Sorrisi» e «Chi» ci saranno Elena Santarelli, Margherita Antonelli e due inviati molto speciali...

 di Aldo Vitali

Questa sera tutti da Alfonso!

«Kalispéra!» è il nuovo programma in seconda serata di Canale 5 con Signorini. Una casa dove si discute, si cucina, si raccontano storie. Con tanti ospiti, incursioni alle feste e con le gag tra una governante «comandona» e un cane che si chiama (guarda caso) Vespa! Con il direttore di «Sorrisi» e «Chi» ci saranno Elena Santarelli, Margherita Antonelli e due inviati molto speciali...

15 Dicembre 2010 | 00:34 di Aldo Vitali

Fuori nevica, Milano sembra addormentata anche se siamo all’ora di pranzo. Ma se qualcuno, attirato dalle voci e dalle risate, alza lo sguardo dalla strada verso un appartamento illuminato, ha come la sensazione che tutta Milano sia lì dentro. Invece qui dentro c’è il gruppo di lavoro di «Kalispéra!», il programma condotto da Alfonso Signorini (direttore di Sorrisi e di Chi), che parte oggi  su Canale 5 in seconda serata.

L’appartamento è nel caos: c’è un fotografo che cerca disperatamente di attirare l’attenzione dei suoi «soggetti» mentre Signorini, indifferente all’invito di mettersi in posa, sta confabulando con gli autori Chicco Sfondrini e Sergio Bertolini (l’altra autrice, Irene Ghergo, è a Roma) e con la produttrice Gigliola Barbieri («per lavorare con Alfonso bisogna essere sintetici. Non vuole perdere tempo e si annoia subito se il discorso si ripete…»).

Ogni tanto mi passa davanti Elena Santarelli (ma quanto è bella?) e il fatto che stia provando gli abiti e vada su e giù per la scala non proprio vestitissima complica la mia concentrazione. Si aggirano nell’appartamento anche gli inviati Ana Laura Ribas e Gabriele Parpiglia (anche lui prova e riprova vestiti, ma fa molto meno effetto della Santarelli). L’unica indifferente al trambusto sembra essere Vespa, una magnifica golden retriever di 6 anni che aspetta pazientemente che le venga ordinato di salire sul divano (eh sì, proprio il contrario di quel che succede nelle case «normali», ma d’altra parte siamo nel mondo di Signorini…). Insomma, se questa atmosfera verrà trasferita anche solo in parte in «Kalispéra!», avremo quello che Signorini vuole fortemente: «Una seconda serata non ansiogena, un programma che rassereni il telespettatore e lo accompagni fino all’ora di andare a letto senza stress e pensieri depressivi. Vogliamo offrire ottimismo e serenità. Il che non significa fare i pagliacci, quanto recuperare la parte positiva che è dentro di noi e che la tv in questo periodo stimola così poco».

Occhio, però: alle 11 di sera la linea di confine tra il relax e il sonno è molto sottile: «L’idea è di mettere in scena curiosità, allegria, divertimento ed energia: tutto il contrario dell’effetto che fanno i sonniferi», spiega Signorini. «Andare a dormire con lo spirito sollevato aiuta anche a sognare meglio. Da qui nasce anche il titolo del programma: kalispéra in greco significa buona sera, è una parola che trasmette buona energia e buoni auspici».

Il programma è ambientato in un appartamento non dissimile da quello in cui ci troviamo, una casa calda ed elegante con cucina (vera) e salotto, dove di volta in volta verranno ospitati personaggi famosi e protagonisti, non necessariamente star, di storie emblematiche. Nella casa Alfonso non «vive» da solo. C’è Elena Santarelli, per la quale la bellezza è sicuramente un vantaggio, ma che rischia di mettere in ombra il suo gusto per la battuta e la sua ironia («Lo vedi questo anello? Me lo ha regalato il mio compagno Bernardo quando è nato il nostro bambino, ma ho rischiato di non riceverlo. Mio suocero infatti mi aveva ammonito: guai se non mi fai un maschio!»). E poi, come in ogni casa che si rispetti (e che se lo può permettere) imperversa una governante. È Margherita Antonelli (l’avrete vista in «Zelig» e in «Colorado»), già nella parte della vera padrona di casa quando si mette in posa e dice al fotografo: «Posso guardare minacciosa il cane?». Già, Vespa: si chiama proprio come il concorrente diretto di Raiuno… «Giuro che è un caso» dice Signorini «e non possiamo nemmeno cambiarle nome: poi non ubbidirebbe più». Sembra che dica la verità, ma se lo conosco un po’ ad Alfonso questa coincidenza diverte moltissimo.

Contando sul suo misterioso dono di far confessare l’inconfessabile e di far raccontare agli ospiti ciò che finora era stato taciuto, Signorini imposterà il suo programma come un talk show, ma ci aggiungerà: «Cronaca, con spunti e personaggi del momento. Spettacolo, con cantanti e attori pronti a esibirsi un po’ fuori schema in salotto. Cucina, perché gli ospiti avranno a disposizione fuochi e pentoloni. E non trascureremo la cultura». Perché Alfonso ride e scherza ma è (anche) uno scrittore, un melomane incallito, un ex prof, un ex studente un po’ secchione (secchione lo presumo io). «Inoltre, i due inviati si intrufoleranno in feste e appuntamenti mondani, un po’ per raccontare e un po’ per sorridere insieme».

Il fotografo finalmente riesce a farsi ascoltare, il cast di «Kalispéra!» si mette in posa, Vespa sale sul divano mentre la governante la guarda in cagnesco. Si prevedono duelli all’ultimo bisognino…