08 Settembre 2010 | 07:33

Un anno senza Mike Bongiorno: su Sky Uno il ricordo di Fiorello

«Allegria!» è il saluto con cui Mike Bongiorno entrava in scena. E «Allegria! Day» è il titolo della maratona con la quale il personaggio simbolo della tv italiana viene ricordato oggi, a un anno dalla scomparsa, su Sky Uno. Vi anticipiamo alcuni stralci del ricordo di Fiorello...

 di

Un anno senza Mike Bongiorno: su Sky Uno il ricordo di Fiorello

«Allegria!» è il saluto con cui Mike Bongiorno entrava in scena. E «Allegria! Day» è il titolo della maratona con la quale il personaggio simbolo della tv italiana viene ricordato oggi, a un anno dalla scomparsa, su Sky Uno. Vi anticipiamo alcuni stralci del ricordo di Fiorello...

08 Settembre 2010 | 07:33 di

Mike Bongiorno e Fiorello

di MARIA GIULIA COMOLLI

«Allegria!» è il saluto con cui Mike Bongiorno entrava in scena. E «Allegria! Day» è il titolo della maratona con la quale il personaggio simbolo della tv italiana viene ricordato oggi, a un anno dalla scomparsa. Su Sky Uno vanno in onda dalle 10.30 alle 23, a rotazione, filmati inediti come il backstage di «RiSkytutto», il quiz che Mike si accingeva a condurre sul satellite, più interviste esclusive a chi lo conosceva bene: i familiari e colleghi come Pippo Baudo, Fabio Fazio e soprettutto Fiorello, diventato suo grande amico sul set degli spot di un noto gestore di telefonia. «All’epoca ci intervistarono su Italia 1 e lui fece la famosa battuta “Ho preso il posto del cane”: quello fu l’inizio del nostro sodalizio» ricorda oggi lo showman siciliano riferendosi al fatto che in quegli spot prima di Mike c’era il border collie Sun Shonik.

Ancora Fiore, nel lungo contributo in onda nell’«Allegria Day!» di cui anticipiamo alcuni stralci: «Una sera dopo una registrazione insieme gli dissi “Vieni da me, cosa stai ad andare in albergo” e lui “Va bene”… Salì, vide tutta la casa, era ancora con lo smoking e io gli scattai un sacco di foto, Susanna (moglie di Fiorello, ndr) preparò una pasta al pomodoro, lui finì di mangiare e mi disse: “Bene, mi chiamate un taxi?”. Perché Mike era metodico, venne da me solo per non farmi un torto ma era stanco morto e voleva solo andarsene in albergo». Non senza prima avergli fatto, sul marciapiede, un mini-interrogatorio con quell’aria inquisitrice che solo lui sapeva sfoderare: «Sotto casa schiacciò escrementi di cane e mi disse: “Allora scommetto che sono dei tuoi cani” e io “No, non lo sono”». E probabilmente non fu mai creduto.

«Noi ci volevamo proprio bene» continua Fiorello. «A distanza di un anno per me lui è ancora con noi. Ogni tanto vado su YouTube e riguardo tutti gli spot». Compreso l’ultimo, quello in cui appariva anche il figlio Leolino e che, tra le polemiche, andò in onda anche dopo la morte di Mike. «Se fosse stato qui con noi lui avrebbe detto “Ma siete matti, volete non mandare in onda uno spot già fatto?”».

Oltre a Sky anche Mediaset dedica una parte della programmazione di oggi al ricordo di Bongiorno. Alle 15 Retequattro replica la puntata di «Vite straordinarie» con Mike in studio, alle 18 Barbara D’Urso lo ricorda in «Pomeriggio Cinque» mentre dalla mezzanotte, su Rete 4, va in onda «Viva Mike», una maratona di filmati tratti dalla storia di Mike a Mediaset che durerà fino al mattino. Su Raiuno, alle 17.50, è previsto uno speciale di «Da da da».