17 Ottobre 2017 | 18:34

NBA 2K18, al via la stagione del basket americano… in salotto

Il campionato di basket statunitense 2017/18 è al via, anche sulla vostra console. Ecco tutte le novità della nuova versione del miglior gioco di pallacanestro esistente

 di Marco Gamer

NBA 2K18, al via la stagione del basket americano… in salotto

Il campionato di basket statunitense 2017/18 è al via, anche sulla vostra console. Ecco tutte le novità della nuova versione del miglior gioco di pallacanestro esistente

Foto: LeBron James dei Cleveland Cavaliers nella sua riproduzione digitale  - Credit: © 2K Games

17 Ottobre 2017 | 18:34 di Marco Gamer

Si può migliorare la perfezione? Se nel calcio la sfida è tra FIFA e PES, che ogni anno si giocano ai tempi supplementari il titolo di miglior simulatore calcistico, nel basket non c’è storia – il vincitore, da diversi anni, è la serie NBA2K, che seppellisce la concorrenza sotto una valanga di tiri dalla mezzaluna. L’anno scorso, NBA 2K17 aveva già dimostrato di aver toccato vette altissime, con una qualità che la maggior parte dei videogame – non solo i simulatori di calcio – si sognano. Il nuovo capitolo è all’altezza?

• LeBron, dal basket al cinema

Sempre più realistico

NBA 2K18, impossibile non notarlo anche solo dopo un paio di partite, è realizzato da appassionati per appassionati. La fisicità di LeBron, la precisione di Stephen Curry, lo stile di Kevin Durant sono riprodotti in maniera eccezionalmente realistica: le caratteristiche di ogni cestista e di ogni squadra hanno un effetto tangibile e visibile immediatamente.

Naturalmente, le squadre sono aggiornate alla stagione che sta per iniziare – anche la cover del gioco è stata “aggiornata”: Kyrie Irving ha cambiato squadra qualche giorno prima della pubblicazione del gioco, e 2K ha reso disponibile la versione aggiornata della copertina con la casacca dei Boston Celtics da scaricare, stampare e sostituire!

Sul gioco, quasi impossibile trovare dei difetti: se avete già giocato il capitolo 2017, vi ritroverete a casa e saprete già che dal punto di vista simulativo è praticamente perfetto. NBA 2K18 riesce a replicare le dinamiche e le meccaniche alla base di una vera partita di basket, grazie a un’alchimia di realismo, verosimiglianza e giocabilità davvero riuscita. Non si tocca la squadra che vince.

Arriva una nuova modalità, Il Mio Giocatore, in cui controllerete il vostro alter ego in un quartiere di una metropoli americana, che fa da punto di raccordo tra tutte le attività più disparate: allenamenti per migliorare la forma fisica o partite “in strada”. Sono (quasi) tutti mini giochi divertenti, che hanno anche l’effetto di farvi raggranellare i “soldi virtuali” del gioco, necessari per acquistare delle migliorie (dalla bibita energetica ai potenziamenti per il vostro atleta).

C’è anche la modalità “La mia squadra”, che grosso modo è la versione cestistica di Ultimate Team di FIFA: dovrete costruirvi la squadra dei sogni, investendo tempo (e se volte, soldi veri) per conquistare crediti una vittoria dopo l’altra, capace di incatenarvi alla console o al PC per mesi nel vostro viaggio fino ai playoff finali!