Home CinemaAbbas Kiarostami: è morto a 76 anni il regista iraniano

Abbas Kiarostami: è morto a 76 anni il regista iraniano

Addio all’autore de “I sapori della ciliegia”, “Sotto gli ulivi” e “Close-Up”

04 Luglio 2016 | 22:12 di Daniele Ceccherini

È morto a Parigi a 76 anni, il celebre regista iraniano Abbas Kiarostami. La notizia arriva dalla Bbc che a sua volta cita l’agenzia iraniana Isna. Kiarostami, capofila di una nuova scuola di registi iraniani, fu “scoperto” dall’occidente nel 1997, quando vinse la Palma d’oro a Cannes per il film “I sapori della ciliegia”.

Nato nel 1940 a Tehran, che non abbandonò neanche dopo la rivoluzione iraniana del 1979, Abbas Kiarostami esordì sul grande schermo con il film “Il viaggiatore” del 1974. Nel 2005 ha diretto un episodio dell’opera collettiva “Tickets” realizzata con Ermanno Olmi e Ken Loach.

Per la sua opera - film come “Il vento ci porterà via”, “Sotto gli ulivi”, “E la vita continua” o “Close-Up” - è stato apprezzato anche da maestri del cinema come Godard ("Il cinema inizia con D.W Griffith e finisce con Abbas Kiarostami") e Martin Scorsese che lo definì “il modello più alto di regista cinematografico”.

In Italia Nanni Moretti lo omaggiò nel suo cortometraggio “Il giorno della prima di Close Up”, dove proiettò il film di Kiarostami al Cinema Nuovo Sacher di Roma.

A marzo al regista (ma anche sceneggiatore, montatore, poeta, fotografo, pittore e scultore) iraniano era stato diagnosticato un cancro gastrointestinale, a causa del quale aveva subito una serie di operazioni, l’ultima un mese fa proprio a Parigi