Home CinemaAttori e AttriciSam Claflin a Giffoni: “Hunger Games mi mancherà”

Sam Claflin a Giffoni: “Hunger Games mi mancherà”

L'attore britannico diventato famoso nei panni di Finnick Odair è stato accolto dai suoi fan al “Meet The Stars” del Giffoni Film Festival

Foto: Sam Claflin  - Credit: © Olycom

21 Luglio 2016 | 19:01 di Antonella Silvestri

E venne il giorno di Sam Claflin al Giffoni Experience. Centinaia di fan scatenati per l'arrivo dell'attore britannico, una delle star internazionali più attese nella 46esima edizione della kermesse di Giffoni Valle Piana, ideata e diretta da Carlo Gubitosi. Durante l'incontro ?Meet The Stars?, Claflin ha ammesso a malincuore di non conoscere per niente la lingua italiana e di avere familiarità solo con le espressioni ?Ciao, grazie mille, ti amo, pizza?.

Il giovane attore ha avuto ruoli importanti nella miniserie cult "I pilastri della Terra" e nelle pellicole "Biancaneve e il cacciatore", "#ScrivimiAncora (Love, Rosie)" e "Pirati dei Caraibi: Oltre i confini del mare", ma la sua celebrità è legata alla saga di "Hunger Games". Claflin è entrato nel cuore dei fan con l'interpretazione di Finnick Odair, uno dei Tributi Vincitori del Distretto 4, sopravvissuto alla 65a edizione dei giochi avvenuta dieci anni prima. Sorteggiato per l'Edizione della Memoria, stringe subito un'alleanza con Katniss, affiancandola nella squadra speciale a capo della rivolta fino alla morte. E sulla morte di Finnick ha detto: "Quando ho fatto i provini non conoscevo i libri, li ho letti solo successivamente per poi scoprire la sua tragica fine. Cosa mi fa più male? Immaginare che se dovesse continuare la saga io non potrò più farne parte".

"Non ho mai visto un film italiano"

In Italia è amatissimo. "Devo essere completamente onesto, non ho mai visto un film italiano, o forse l'ho visto senza sapere che fosse un film italiano. Non sono molto bravo ad imparare le lingue, ho un figlio piccolo che mi porta via tanto tempo e ultimamente non guardo molta tv. Il mio consiglio è però quello di vedere quanti più film è possibile, perché ci permettono di crescere", ha dichiarato Claflin durante l'incontro sfoderando poi tutta la sua ironia anglosassone nel precisare: "Mi scuso ancora per non aver visto nessun film italiano, sono una persona orribile".

Il giovane interprete ha poi parlato del suo rapporto con l'amore ai tempi della tecnologia. Parlando del film "#Scrivimi ancora (Love, Rosie)" Claflin ha precisato: "La distanza ha un certo effetto certo, grazie alle nuove tecnologie però oggi posso parlare con mia moglie e mio figlio anche se sono distante. Il lato negativo della distanza è che a volte rischio di non vedere i miei amici per mesi". E mantenendosi sul filo dell'ironia si è congedato dai fan con "Potete farmi altre domande su Twitter se volete".

Intanto a settembre uscirà in Italia, distribuito dalla Warner Bros, "Io Prima di te" (My before you) diretto da Thea Sharrock e tratto dall'omonimo best seller di "Moyes Joio". Nella pellicola, l'attore indossa i panni di un giovane e ricco banchiere, Will Traynor, finito sulla sedia a rotelle per un incidente. Sarà la nuova assistente Louisa "Lou" Clark (interpretata da Emilia Clarke) a dimostrargli che la vita vale ancora la pena di essere vissuta. Ma gli impegni non finiscono qui. Claflin ha da poco terminato le riprese di "My Cousin Rachel" al fianco di Rachel Weisz, in uscita il prossimo anno.