Home CinemaBox Office: incassi record per «Io, loro e Lara», il nuovo film diretto e interpretato da Carlo Verdone

11 Gennaio 2010 | 13:05

Box Office: incassi record per «Io, loro e Lara», il nuovo film diretto e interpretato da Carlo Verdone

Partenza a razzo per «Io, loro e Lara», il nuovo film diretto e interpretato da Carlo Verdone: nei primi sei giorni di programmazione nelle sale ha incassato 8.203.000 euro (dati Cinetel), equivalenti a 1.270.903 biglietti venduti. La commedia, che vede Verdone nei panni di un prete missionario che torna a Roma dopo molti anni passati in Africa, ha quasi doppiato «Sherlock Holmes», che nella settimana ha raccolto al botteghino altri 4 milioni e mezzo di euro (incasso totale: 16.620.000 euro )...

 di

Box Office: incassi record per «Io, loro e Lara», il nuovo film diretto e interpretato da Carlo Verdone

Partenza a razzo per «Io, loro e Lara», il nuovo film diretto e interpretato da Carlo Verdone: nei primi sei giorni di programmazione nelle sale ha incassato 8.203.000 euro (dati Cinetel), equivalenti a 1.270.903 biglietti venduti. La commedia, che vede Verdone nei panni di un prete missionario che torna a Roma dopo molti anni passati in Africa, ha quasi doppiato «Sherlock Holmes», che nella settimana ha raccolto al botteghino altri 4 milioni e mezzo di euro (incasso totale: 16.620.000 euro )...

11 Gennaio 2010 | 13:05 di Redazione

Carlo Verdone
Carlo Verdone

Partenza a razzo per «Io, loro e Lara», il nuovo film diretto e interpretato da Carlo Verdone: nei primi sei giorni di programmazione nelle sale ha incassato 8.203.000 euro (dati Cinetel), equivalenti a 1.270.903 biglietti venduti.

La commedia, che vede Verdone nei panni di un prete missionario che torna a Roma dopo molti anni passati in Africa, ha quasi doppiato «Sherlock Holmes», che nella settimana ha raccolto al botteghino altri 4 milioni e mezzo di euro (incasso totale: 16.620.000 euro ).

«Credo che il successo di questo film dipenda da un insieme di cose» commenta Verdone all’Ansa. «Una scrittura attenta ed elegante, un tema molto sentito, come quello dello smarrimento dei rapporti umani e l’interessante e vera figura di un sacerdote “normale” che diventa un monitor dei disastri di un mondo “occidentale”. A questo si deve aggiungere un mio notevole cambiamento nei toni e nella misura. Non ho pensato mai a quante risate dovessi concedere al pubblico né ad alcun facile ammiccamento. Ho scritto il film con vera libertà ed enorme sincerità. Credo che il pubblico stia apprezzando un lavoro fatto seriamente ed onestamente unendo il sorriso alla riflessione. Non potevo fare dedica più bella a mio padre».

Al terzo posto, un altro film americano, «Hachiko», con un incasso settimanale di quasi 2 milioni (totale: 4 milioni), che precede «La principessa e il ranocchio» (totale: 8,8 milioni), «Io & Marilyn» (totale: 13 milioni) e «Natale a Beverly Hills» (totale: 20.8 milioni).

Tra le altre novità della settimana, spicca la performance di «Il riccio» (1.105.000 euro), che supera «Il mondo dei replicanti» (1 milione).

Negli Stati Uniti, intanto, prosegue senza ostacoli la marcia di «Avatar» verso il record assoluto di «Titanic». Nel weekend, il kolossal di James Cameron ha incassato altri 48.5 milioni di dollari, per un totale di 429 milioni di dollari. Di questo passo, e senza considerare l’effetto di eventuali Golden Globe e Oscar, «Avatar» dovrebbe concludere la sua corsa con un incasso di 582 milioni di dollari, solo 19 milioni in meno di «Titanic».

Nel weekend, l’incasso mondiale di «Avatar» (nelle sale italiane da venerdì 15 gennaio) è arrivato a quota 1 miliardo e 335 milioni di dollari.