Home CinemaCannes 70: tra Robert Pattinson e il ritorno di «Twin Peaks»

25 Maggio 2017 | 07:28

Cannes 70: tra Robert Pattinson e il ritorno di «Twin Peaks»

Mentre l'ex vampiro arriva in concorso, il festival festeggia la nuova serie della storica fiction

 di Paolo Fiorelli

Cannes 70: tra Robert Pattinson e il ritorno di «Twin Peaks»

Mentre l'ex vampiro arriva in concorso, il festival festeggia la nuova serie della storica fiction

Foto: Robert Pattinson in «Good time»

25 Maggio 2017 | 07:28 di Paolo Fiorelli

E venne il giorno di «Twin Peaks». Da 26 anni i fan speravano segretamente di vedere nuovi episodi della fiction di David Lynch, che ha cambiato il modo di fare televisione. Oggi saranno esauditi, con la proiezione delle prime due puntate della terza serie, che vedono tornare in azione l'agente Dale Cooper (Kyle MacLachlane) ma anche molti nuovi personaggi, tra cui quelli interpretati da Ashley Judd, Jennifer Jason Leigh e Monica Bellucci.

In concorso per la Palma d'oro ci sono invece Robert Pattinson e il suo thriller «Good time», diretto da Josh e Benny Safdie. Qui l'ex eroe di «Twilight» è un rapinatore che lotta per salvare il fratello, arrestato dopo un colpo andato male. All'inizio cerca i soldi per la cauzione, ma poi pensa che sarebbe meglio farlo evadere... Seguirà una notte adrenalinica di rischiosi tentativi per raggiungere l'obiettivo.

Ha a che fare con il carcere e un (impossibile?) sogno di libertà anche l'altro film in concorso oggi, «Krotkaya», dell'ucraino Sergei Loznitsa. La protagonista è una donna dolce ma determinata che si mette in viaggio verso una regione sperduta della Russia dove si trova la prigione in cui è rinchiuso suo marito, da cui non riceve più messaggi. Ottenere informazioni si rivelerà un'impresa disperata e molto pericolosa.

Interessante anche «Brigsby bear», che passa nella sezione della Settimana della critica. È un film che può ricordare «The Truman show» ma anche, come dice il regista Dave McCary, «le atmosfere fantastiche e nostalgiche delle storie prodotte da Steven Spielberg e dalla Amblin negli Anni 80». Il protagonista (Kyle Mooney) cresce imprigionato e conosce il mondo solo attraverso un finto show creato apposta per lui (il cui protagonista è un orso chiamato Brigsy Bear). Quando viene finalmente in contatto col mondo reale, dovrà imparare a farci i conti. Nel cast ci sono anche Claire Danes, Greg Kinnear e Mark Hamill.