Home CinemaClint Eastwood racconta l’eroico pilota Chesley Sullenberger

Clint Eastwood racconta l’eroico pilota Chesley Sullenberger

Il regista americano alla regia del film dedicato al pilota che nel 2009 ha portato in salvo 155 persone a bordo di un aereo in fiamme

Foto: Clint Eastwood e il pilota Chesney Sullenberger  - Credit: © Getty Images

03 Giugno 2015 | 09:31 di Marianna Ninni

Dopo il successo di American Sniper, l’85enne Clint Eastwood torna dietro la macchina da presa per dirigere un nuovo film ispirato a una storia vera. La casa di produzione Warner Bros. sta difatti cercando di acquisire i diritti del biopic che racconta l’incredibile vicenda di “Sully”, pilota americano che nel 2009 ha eroicamente portato in salvo 155 persone a bordo di un aereo in fiamme, grazie a un coraggioso atterraggio sul fiume Hudson.

È il 15 gennaio del 2009 quando l’America assiste al salvataggio delle persone che sono sul volo 1549 della US Airways. Dopo essere stato assalito da uno stormo di uccelli e dopo aver danneggiato l'ingranaggio sinistro dell’aereo, il Capitano Chesney Burnett “Sully” Sullenberger III è riuscito a portare in salvo tutti i membri dell'aereo. 

Un’impresa che non solo ha evitato una tragedia ma lo ha trasformato in un vero eroe, un uomo a cui tutto il mondo si dovrebbe ispirare. Questa storia di “dedizione, speranza e prontezza” è tratta dal libro "Highest Duty: My Search For What Really Matters” di Sullenberger e Jeffrey Zaslow. Il film sarà sceneggiato da Todd Komarnicki (Perfect Stranger) e si concentrerà sia sugli eventi del volo Us Airways 1549 sia su quelli legati alla carriera di Sully, raccontando ciò che il pilota ha imparato durante la sua adolescenza, il servizio militare e il suo lavoro.

Non si sa ancora quando partiranno le riprese del film ma la vicenda del Capitano Chesney “Sully” Sullenberger ha il merito di ricordare al mondo che, nonostante le tragedie e le incertezze, ci sono ancora dei grandi valori per cui vale davvero la pena combattere.