Home CinemaFilm in uscitaAl Festival di Toronto il nuovo film di Michael Moore

Al Festival di Toronto il nuovo film di Michael Moore

Con “Where to Invade Next” il regista si scaglia contro l’industria bellica americana accusandola di creare nemici anche quando non ci sono

Foto: Michael Moore al Toronto International Film Festival  - Credit: © SplashNews

13 Settembre 2015 | 18:27 di Lorenzo Di Palma

Neanche il tempo di archiviare la 72° Mostra di Venezia, che l'interesse del mondo del cinema ha varcato l'Atlantico per concentrarsi sul Canada, dove è appena iniziato il Toronto International Film Festival, aperto da Michael Moore con il suo Where to Invade Next, un docu-film come nello stile del regista già vincitore di un Oscar per il miglior documentario con Bowling a Columbine nel 2003 e della Palma d'oro al Festival di Cannes con Fahrenheit 9/11 l'anno seguente.

Il film di Moore realizzato in completa autonomia e indipendenza è stato accolto molto bene dal pubblico e dalla critica. Come sempre Moore utilizza l'ironia per stigmatizzare i difetti della società e del sistema americano.

Tesi del film è che il sistema industriale-bellico Usa crea i propri nemici per auto-alimentarsi, distraendo risorse preziose che potrebbero invece essere impiegate per l'istruzione e per migliore il tenore di vita dei cittadini, garantendo, per esempio, cure mediche per tutti, una conquista che nel nostro Paese è ormai assodata, ma che negli Usa continua a far discutere e un problema solo in parte risolto dagli ultimi provvedimenti in materia del presidente Obama.