Home CinemaFilm in uscita“Al posto tuo”: le vite parallele di Luca Argentero e Stefano Fresi

“Al posto tuo”: le vite parallele di Luca Argentero e Stefano Fresi

Arriva a fine settembre nei cinema la nuova commedia di Max Croci con Ambra Angiolini, Grazia Schiavo, Serena Rossi e Fioretta Mari. Il trailer e le immagini del film

 - Credit: © 01distribution

09 Agosto 2016 | 14:15 di Lorenzo Di Palma

Cosa fareste se vi proponessero di scambiare la vostra vita con quella di un estraneo per una settimana? È questa sfida al centro di ?Al posto tuo?, nuovo film di Max Croci già regista della sofisticata commedia ?Poli opposti?, che sarà nelle sale italiane dal 29 settembre 2016.

?Al posto tuo?, spiega il regista è quello che gli americani chiamano un ?Buddy Movie?, un film che vede due caratteri maschili differenti in relazione tra loro, da nemici a partner. In questo caso i due sono un coppia di mattatori come Luca Argentero (Luca) e Stefano Fresi (Rocco).

Completano il cast Ambra Angiolini, che è la volitiva moglie di Rocco e Grazia Schiavo (Ines), sensuale e stralunata vicina di casa di Luca con un segreto ben nascosto; Serena Rossi nei panni di una bella barista e Fioretta Mari. Oltre che una serie di bravissimi caratteristi che comprende Carolina Poccioni, Marco Todisco, Giulietta Rebeggiani, Gualtiero Burzi, Pia Lanciotti, Giulia Greco, Nicola Stravalaci, Roberta Mengozzi, Angela Melillo e Riccardo Mandolini. 

?Al posto tuo? è la storia di Luca Molteni (Luca Argentero) un uomo affascinante e single per scelta che ha un gran successo con le donne. Invece Rocco Fontana (Stefano Fresi) è sposato con Claudia (Ambra Angioli), ha tre figli, una casa in campagna ed è perennemente a dieta.

Uno è un preciso geometra, l'altro un estroso architetto. Hanno in comune solo una cosa: il lavoro. Entrambi sono direttori creativi di due aziende di ceramiche e sanitari sull'orlo della fusione e si sfideranno per conquistare l'unico posto di ?Responsabile? nella nuova società.

Le qualità dell'uno sembrano mancare all'altro e proprio per questo l'azienda decide di far loro una ?proposta indecente?: un vero e proprio ?scambio di vite? per cercare di capire (e accettare!) le rispettive abitudini e gli immancabili i segreti?