Home CinemaFilm in uscita«Batman V Superman» arriva nei cinema il 23 marzo

«Batman V Superman» arriva nei cinema il 23 marzo

Nel film diretto da Zack Snyder si scontrano due popolari supereroi (con l'aiuto di Wonder Woman)

Foto: Batman v Superman

22 Marzo 2016 | 16:45 di Francesco Chignola

Attenti a dare per scontato che a tutti stiano simpatici i supereroi. Ricordiamoci che Superman, battendosi contro il generale Zod nel finale del film «L’uomo d’acciaio», ha trasformato Metropolis in un cumulo di macerie. E si è fatto molti nemici. Il più temibile è un milionario di Gotham City, Bruce Wayne, che si assume il compito di fermare l’alieno volante. Ovviamente vestendo i panni di Batman. Nasce così una delle sfide più attese. Solo leggendo il titolo, «Batman v Superman: Dawn of Justice» («L’alba della giustizia») ci sembra di vedere milioni di fan in sollucchero. Gli incontri (e gli scontri) tra i due personaggi della DC Comics (quasi coetanei: Superman esordisce nel 1938, Batman nel 1939) hanno generato alcune delle pagine più belle della storia del fumetto Usa.

La lotta tra i due sarà il pezzo forte del film che con un budget di 250 milioni di dollari può permettersi di soddisfare qualunque fantasia distruttiva. Ma per fortuna (si fa per dire) il pianeta è ancora una volta minacciato da una forza oscura: prima o poi Batman e Superman dovranno seppellire l’ascia di guerra e unirsi per un obiettivo comune. Non saranno soli: a loro si unirà Wonder Woman, semi-dea millenaria, figlia di Zeus, che si cela dietro l’identità di Diana Prince. Nei suoi panni c'è l’attrice e modella israeliana Gal Gadot, nota al grande pubblico per il ruolo di Gisele nella serie «Fast & Furious»

A interpretare Batman c'è Ben Affleck. Doppio premio Oscar (per la sceneggiatura di «Will hunting» e per aver prodotto «Argo»), Affleck è il sesto attore a interpretare Batman sul grande schermo ed è già stato un supereroe nel 2003 in «Daredevil». «All’inizio ero restio, ma quando Snyder mi ha raccontato l’idea del film ho accettato con grande entusiasmo» ha detto. Per l’inglese Henry Cavill questa è la seconda volta nei panni di Superman dopo «L’uomo d’acciaio». «Ma non considero questo film un sequel» ha spiegato l’attore. «Con l’arrivo di Batman il nostro universo si espande creando qualcosa di nuovo».

Nonostante siano passati solo quattro anni dall’ultimo film di Batman, non si tratta di un sequel di «Il cavaliere oscuro - Il ritorno»: l’uomo-pipistrello di Affleck è un personaggio nuovo e completamente ripensato. «Bruce è un uomo più “maturo” e saggio di Clark Kent» ha spiegato il regista Zack Snyder, sottolineando anche la differenza d’età tra i due protagonisti. «Porta con sé le cicatrici di un giustiziere stagionato, pur mantenendo il fascino che il mondo vede nel milionario Wayne». Mentre nei panni di Lois Lane (il grande amore di Clark Kent) torna Amy Adams (splendida attrice con cinque nomination agli Oscar), il ruolo di Lex Luthor è stato affidato a Jesse Eisenberg. Una scelta curiosa, criticata da alcuni vista la giovane età della star di «The Social Network». «È l’intelletto di Luthor a renderlo uno dei pochi “mortali” a poter sfidare Superman» ha spiegato Snyder. «Jesse ci permetterà di esplorare questa dinamica portando la storia di Lex in una direzione nuova e inaspettata».

Ma questo film è solo il primo capitolo di un ambizioso progetto che coinvolgerà questi personaggi nei prossimi anni. Proprio come la Marvel, che ha creato con grande successo un intero universo attorno ai suoi Avengers, ora tocca alla DC Comics: nel 2017 arriverà il primo film della Justice League (il nutrito gruppo di eroi guidato da Superman), seguito da singoli film dedicati a Flash, Aquaman, Shazam, Cyborg e alla stessa Wonder Woman. Ma prima ancora, il 18 agosto, occhio agli anti-eroi di «Suicide squad», dove debutterà un nuovo Joker, interpretato da Jared Leto.